PrestoFood lancia la campagna di equity crowdfunding sulla piattaforma CrowdFundMe

PrestoFood nasce nel 2016 e in questi due anni è stata capace di sfruttare al massimo i capitali personali e i fondi raccolti grazie a un business angel, attivando il servizio in ben cinque città italiane

Un servizio di food delivery specifico per le regioni del Sud Italia rappresenta senza dubbio una nicchia di mercato molto interessante. Che vale la pena non soltanto di conoscere meglio, ma anche di contribuire a far crescere. Per questo PrestoFood.it, leader nel settore del food delivery nel Mezzogiorno, che ha effettuato più di 59.000 consegne ai suoi 25.000 clienti nel 2017, ha scelto di lanciare la campagna di equity crowdfunding sulla piattaforma CrowdFundMe: l’obiettivo è coprire in modo capillare tutto il territorio meridionale e sviluppare nuove funzionalità.

PrestoFood nasce nel 2016 e in questi due anni è stata capace di sfruttare al massimo i capitali personali e i fondi raccolti grazie a un business angel, attivando il servizio in cinque città italiane:

-       Catania (2013)

-       Palermo (2017)

-       Reggio Calabria (2017)

-       Messina (Gennaio 2018)

-       Lecce (Febbraio 2018).

Si tratta di una realtà di grande carattere innovativo, innanzitutto perché è l’unica sul mercato che effettua food delivery senza limiti di distanza e in secondo luogo perché è il servizio italiano più efficiente e con il miglior rapporto qualità/prezzo. Ne è testimonianza il fatto che i ristoranti partner di PrestoFood hanno aumentato il proprio fatturato di oltre il 30%.

Valorizzare le risorse del territorio e le competenze di chi ci vive: questo è la mission di PrestoFood, che ha saputo mettere in gioco risorse, energie e knowhow per affrontare la sfida di un Mezzogiorno moderno, in grado di interessare, anche sotto il profilo imprenditoriale, i principali player internazionali. Questo significa credere nella crescita del Sud. E i risultati ottenuti in due anni lo dimostrano:

  • la costruzione di una sede centrale operativa a Catania, punto di riferimento per tutte le altre città;
  • la realizzazione di un piano di lancio replicabile anche in altri territori, destinando 30.000 euro per avviare l’attività, cifra che include il materiale necessario, le attrezzature e i costi di personale e alla quale si aggiungono ulteriori 40.000 euro per una campagna promozionale di marketing;
  • la capacità di abbattere i costi (e, dunque, gli sprechi) in un settore, come quello del food delivery, in cui solitamente le spese di espansione sono molto elevate;
  • lo sviluppo di un algoritmo proprietario che garantisce l’ottimizzazione dei costi del personale e i tempi di consegna degli ordini riuscendo a scalare in termini di quantità più ordini in determinate fascia orarie di picco (Pranzo7Cena) ;
  • più di 25.000 utenti registrati;
  • più di +295 partner premium

L’obiettivo della nuova campagna di equity crowdfunding, che punta a raccogliere 100.000 euro, è portare PrestoFood a essere il leader indiscusso nel settore del food delivery nel Mezzogiorno, catturando l’interesse dei big player che, grazie a questa realtà, potranno intravedere le enormi potenzialità che offrono in termini di business le regioni del Sud.

I fondi raccolti saranno quindi investiti per:

  • Lo sviluppo del mercato B2B, con l’aumento dei ristoranti partner e importanti investimenti per incrementare il fatturato e i ricavi
  • Lo sviluppo del core business in altre città e in particolare a Bari, Cagliari, Napoli, Caserta e Sassari, con le rispettive campagne promozionali
  • Il rafforzamento del core business nelle città dove PrestoFood è già presente, con investimenti di marketing e tecnologici, in particolare per quanto riguarda il perfezionamento della app driver e dell’algoritmo di dispatching.

Per saperne di più sulla campagna di crowfunding di PrestoFood:

https://www.crowdfundme.it/projects/prestofood-preview/?pass=inverno2018

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Porte di Catania, incidente tra due macchine: grave un bambino

  • Politica

    Presidio di CasaPound negli ospedali, Anpi: "Illegali"

  • Cronaca

    StMicroelectronics, lo sfogo di una ex-dipendente: "Senza raccomandazione in Sicilia non si va avanti"

  • Cronaca

    Sparatoria a San Cristoforo, grave il titolare di un'officina

I più letti della settimana

  • Porte di Catania, incidente tra due macchine: grave un bambino

  • Appare una donna misteriosa in un quadro, scoperta a Catania

  • Sparatoria a San Cristoforo, grave il titolare di un'officina

  • Agguato a Misterbianco, colpi di pistola davanti ad una onlus di ambulanze: ferito autista

  • Blitz dei carabinieri, 19 arresti per il clan Laudani: gli ordini del boss dal carcere

  • Cadavere ritrovato in via Sant'Euplio: sul posto la polizia scientifica

Torna su
CataniaToday è in caricamento