Job 2011: etichette braille sulle bottiglie di vino della scuola Eredia

Grande successo per Job 2011, il Salone dell'orientamento e lavoro che in questi giorni si svolge alle Ciminiere. Migliaia i partecipanti accorsi tra studenti, professori e addetti ai lavori

Calore e colore, sono questi gli elementi distintivi di Job 2011, il Salone di Orientamento all’istruzione, alla Formazione e al Lavoro che quest’anno è arrivato alla settima edizione e che si concluderà domani, venerdì 16 dicembre alle Ciminiere di Catania.

La peculiarità dell’edizione 2011 è contraddistinta per gli stand dedicati al tricolore italiano, in occasione dei festeggiamenti per i 150 anni dell’Unità d’Italia. Un programma ricco di novità tra cui la presenza delle terze classi delle scuole medie che hanno avuto modo di conoscere l’offerta formativa superiore e universitaria del territorio siciliano.

Un’altra iniziativa degna di nota è l'opportunità offerta agli Istituti Professionali Alberghieri che si sono occupati della ristorazione dell'evento. L'idea costituisce senz'altro un incentivo per i giovani che si apprestano a specializzarsi in questo settore. "Per noi è la prima esperienza d’importanza regionale - hanno commentato i ragazzi - siamo entusiasti della possibilità che ci è stata data, uno stimolo a far bene il nostro mestiere in vista, oltretutto, dell'acquisizione di crediti formativi che ci verranno assegnati a seguito di questo evento".

Un'area importante della manifestazione è quella dedicata alla creazione d'impresa. Ampio spazio, con convegni e forum  è stato lasciato ai giovani e alle loro idee. Largo, quindi alla creatività e all'ingegno con giovani start up. Di questo argomento si occupa in particolare l' "Area Inventa Lavoro" allestita in collaborazione con l'Unione dei Giovani Dottori Commercialisti di Catania, i Giovani Imprenditori di Confindustria, gli Esperti Contabili di Catania e il Fondo Ingenium Provincia di Catania, l'Istituto Regionale Credito alla Cooperazione (IRCAC) e l'Associazione Nazionale Consulenti del Lavoro (ANCL).

"Vogliamo che i ragazzi con idee nuove e valide sappiano che i fondi per realizzare i loro progetti esistono - ha spiegato uno dei responsabili del Fondo Ingenium  - la base è una interlocuzione valida con i giovani ma senza dubbio bisogna scommettere sull'eccellenza investendo sulle idee vincenti".

La particolarità di questo Job del Sud è forse data, più che in altre edizioni, dalla capacità di collaborazione tra tutti gli Enti partecipanti.

Tra le iniziative più interessanti della manifestazione, forse la realizzazione di etichette Braille sulle bottiglie di vino prodotte dalla scuola enologica dell’istituto “Eredia”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le etichette sono state prodotte dalla stamperia regionale Braille di Catania, grazie al protocollo d’intesa tra il presidente dell’Unione Italiana Ciechi, l’avvocato Giuseppe Castronovo e la preside dell’Istituto, la  professoressa Angela Maria Scandurra, alla fine di contribuire all’integrazione sociale dei minorati della vista e dare loro la possibilità di scegliere autonomamente i vini da poter gustare a tavola.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Via Capo Passero, agguato a un 33enne gambizzato davanti casa

  • Operazione antimafia dei carabinieri, disarticolato il clan “Brunetto”: 46 arresti

  • Duro colpo ai Brunetto: le dinamiche del clan tra estorsioni, minacce e pestaggi

  • Ritrovato al Maas lo squalo Mako: denunciato il commerciante

  • Coronavirus, in Sicilia tre nuovi casi: +1 nella provincia etnea

  • Sequestrate 15mila bombole di gpl pericolose a una coppia di catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento