Aci Castello, l'opposizione chiede la sospensione dei tributi per l'emergenza coronavirus

Richiesti anche incentivi economici per le aziende

La sospensione temporanea dei tributi locali per i commercianti, gli albergatori, gli artigiani e gli imprenditori locali, nonchè iniziative a sostegno dei cittadini più deboli, in questo momento di forte crisi e difficoltà causati dall'incedere dell'epidemia Covid-19 anche nella nostra Regione. Lo chiedono all'amministrazione comunale i consiglieri comunali di opposizione Ezia Carbone, Giorgio Sabella, Salvo Tosto e Massimo Papalia, invocando provvedimenti di urgenza.

"Le norme divenute sempre più restrittive e la massima cautela - dicono i consiglieri - nelle ultime settimane hanno fatto crollare in maniera repentina il mercato, specie quello legato al turismo ed all'enogastronomia zoccolo duro del nostro territorio. A questo, nel tempo, si stanno legando anche tutte le altre attività che stanno subendo un forte rallentamento nelle vendite, dovuto alla quasi totale assenza di clientela. Per questo facciamo appello al sindaco perchè si faccia carico della nostra proposta di assicurare la sospensione del pagamento delle tasse e tributi locali e dell'applicazione della tassa di soggiorno, lo slittamento dell'invio delle bollette Tari previsto ad aprile, chiedendo al gestore idrico la contemporanea interruzione delle attività di accertamento non correlate all'esclusiva emissione delle fatture per il servizio, dando estrema priorità a volture e nuovi allacci".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In più sollecitiamo l'assunzione di misure idonee - continua l'opposizione - per venire incontro alle esigenze degli anziani e dei più deboli, soprattutto per l'approvvigionamento di vivande, bevande e farmaci, attraverso il coinvolgimento di gruppi di volontariato. Ed, inoltre, proponiamo la valutazione di un sistema di aiuto economico per i genitori che, dovendo andare necessariamente a lavoro, con scuole e asili chiusi devono far fronte alle spese per l'accudimento dei propri figli. Come componenti della minoranza - dichiarano Carbone, Sabella, Tosto e Papalia - siamo disponibili a collaborare perchè, in questo periodo storico parecchio complicato per tutti, oltre alla condivisione del rispetto delle regole e delle disposizioni impartite dai Governi nazionale e regionale, il Comune di Aci Castello stia accanto a tutti i cittadini che hanno bisogno di attenzione e solidarietà. Infine, auspichiamo che vengano accelerati i tempi per l'assunzione dei vigili urbani stagionali, affinchè - concludono - il supporto di unità aggiuntive possa consentire al corpo di Polizia municipale di effettuare i controlli indispensabili a garanzia del rispetto delle norme e del benessere collettivo (in particolare per la chiusura di punti di aggregazione), ma anche per l'istituzione di un servizio di assistenza alla popolazione h 24."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Motociclista 47enne in gravi condizioni al Cannizzaro

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 3 luglio 2020

  • Prezzi delle case a Catania: la mappa zona per zona

  • Coronavirus, in Sicilia due nuovi casi e un morto

  • Rete di pusher agiva in diverse piazze di spaccio, scattano gli arresti

  • Superbonus edilizia: "Accelerare i tempi, serve meno burocrazia"

Torna su
CataniaToday è in caricamento