Elezioni Comuni provincia di Catania 2012: voto disgiunto, come funziona?

Il cosiddetto voto disgiunto è un'opzione prevista da varie leggi elettorali; in Italia è ammesso sia per le elezioni regionali, sia per le elezioni comunali nei Comuni superiori ai 15.000 abitanti. Non è ammesso nelle elezioni provinciali

Le elezioni amministrative sono ormai alle porte, e i cittadini di 21 comuni etnei sono pronti per andare alle urne. Si potrà votare dalle 8 alle 22 di domenica 6 maggio e dalle 7 alle 15 di lunedì 7 maggio; mentre le operazioni di scrutinio inizieranno subito il 7 maggio alla chiusura delle votazioni.

Il voto disgiunto permette di votare un singolo candidato a prescindere dalla lista che lo sostiene, dando un voto a una lista diversa. .

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ecco come funziona:

sulla scheda elettorale accanto al nome di ciascun candidato sindaco vengono riportati i simboli delle liste che lo sostengono. Nell'esprimere la sua preferenza l'elettore ha quattro possibilità:

1- votare una delle liste tracciando un segno sul relativo simbolo: in questo caso il voto così espresso si intende attribuito anche al candidato sindaco collegato;

2- votare un candidato a sindaco tracciando un segno sul relativo rettangolo, non scegliendo alcuna lista collegata; in questo caso il voto così espresso si intende attribuito solo al candidato alla carica di sindaco;

3- votare un candidato a sindaco, tracciando un segno sul relativo rettangolo, e una delle liste collegate tracciando un segno sul relativo simbolo, in questo caso il voto si intende attribuito sia al candidato alla carica di sindaco sia alla lista collegata;

4- VOTO DISGIUNTO: si vota il candidato a sindaco tracciando un segno sul relativo rettangolo e una lista non collegata tracciando un segno sul relativo contrassegno: così espresso il voto viene attribuito sia al candidato alla carica di sindaco che alla lista non collegata.

Quest'ultima opzione rappresenta appunto il voto disgiunto, ovvero la possibilità di "scindere" il voto tra sindaco e lista, votando sulla stessa scheda per un certo candidato sindaco, ma per una lista diversa da quella che lo sostiene.

Il voto disgiunto alle elezioni comunali è ammesso solo per i Comuni con più di 15mila abitanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuovo decreto: che cosa chiude e cosa resta aperto a Catania

  • Coronavirus, in Sicilia 936 persone attualmente positive: a Catania sono 288

  • Coronavirus, aumentano anche le vittime a Catania: morto 84enne

  • Coronavirus, tre guariti all'ospedale Garibaldi curati con farmaco sperimentale

  • Positiva al Covid-19, prende due aerei e a Catania un taxi: adesso è ricoverata

  • Coronavirus, azienda catanese lancia mascherine in silicone con stampa 3D

Torna su
CataniaToday è in caricamento