Tutti per Catania, una cabina di regia per uno sviluppo "partecipato" della città

"Un centro di ascolto" che -presieduto dal Sindaco - avrà il compito di coordinare e uniformare le varie attività, garantendo un confronto permanente sulle scelte dell'amministrazione. Già gli Ordini degli Ingegneri, degli Architetti e degli Agronomi hanno manifestato il loro interesse ad essere coinvolti in questo progetto

Una cabina di regia condivisa e permanente tra gli ordini professionali e le categorie produttive di Catania, per uno sviluppo "partecipato" della città. E’ la proposta avanzata dal comitato civico “Tutti per Catania” che sostiene il sindaco Raffaele Stancanelli alle prossime elezioni amministrative. Durante, infatti, gli incontri organizzati dal coordinatore del comitato, Claudio Corbino, è nata l’idea di creare un’intesa tra le forze produttive- ordini professionali, categorie, esponenti del mondo culturale- per continuare il dialogo, già intrapreso in questi anni dal Sindaco Stancanelli, alla luce di una “governance” integrata.

“Un centro di ascolto" che -presieduto dal Sindaco – avrà il compito di coordinare e uniformare le varie attività, garantendo un confronto permanente sulle scelte dell’amministrazione. Già gli Ordini degli Ingegneri, degli Architetti e degli Agronomi hanno manifestato il loro interesse ad essere coinvolti in questo progetto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Catania si appresta a diventare città metropolitana – ha dichiarato Stancanelli –ed è, quindi, necessario ragionare nei termini di una ‘governance’ integrata. La cabina di regia deve servire a confrontare progetti e fare cooperare le categorie sociali e produttive per un progetto di sviluppo partecipato della città. E' anche questo un modo per uscire dalla crisi: dando impulso a categorie che devono sviluppare capacità di convergenza e sinergia d'azione. Questo strumento operativo pensato dal comitato ‘Tutti per Catania’ – ha concluso Stancanelli - si inserisce nell'ambito della scelta di una politica di concertazione che ho sempre portato avanti in questi cinque anni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non ce l’ha fatta Peppino Rizza, era ricoverato dal 10 giugno al Cannizzaro

  • Scoperto traffico di auto rubate: 5 in manette

  • Per ripicca contro il compagno butta il suo cane dal quarto piano: denunciata

  • Reati fiscali, coinvolti nomi della cordata interessata al Calcio Catania: gli arrestati

  • Abitazioni minacciate dalle fiamme a Motta Sant'Anastasia

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, auto contro tir: morta una donna, grave il figlio

Torna su
CataniaToday è in caricamento