Mascalucia, Cardì: "Dimissioni del sindaco? Fake news"

Con una nota l'assessore risponde alle voci e alle indiscrezioni che avevano descritto la volontà di fare un passo indietro da parte del primo cittadino

In merito alla notizia di un passo indietro da parte del sindaco di Mascalucia che si era diffusa nella serata di ieri - e di cui vi avevamo dato gli aggiornamenti del caso - è intervenuto con una nota un assessore della giunta Magra.

Nessun passo indietro ma solo fake news create ad arte secondo l'assessore Alessio Cardì: "In queste ore si leggono notizie di presunte dimissioni da parte del sindaco, di crisi aperte e di rotture all’interno del Comune di Mascalucia. Come i più attenti avranno certamente compreso, si tratta di un disegno artefatto e progettato con il solo intento di indebolire la figura del sindaco Vincenzo Magra e dell’amministrazione comunale in carica a Mascalucia".


"La verità è che il lavoro di questa amministrazione e di questo sindaco sta infastidendo qualcuno - prosegue - la verità è che le misure poste in essere in questo anno di carica hanno sovvertito l’ordine che da anni vigeva in paese. La chiusura della Mosema è ciò che ha innescato questo meccanismo: un carrozzone che pendeva sulle spalle e sulle tasche dei cittadini mascalucesi, finalmente sgravati da questo assurdo peso dai nostri interventi. Hanno proseguito in questa direzione gli interventi sul piano regolatore, che realmente - e l’episodio della finta notizia delle dimissioni ne è la prova - stanno dando fastidio a qualcuno. Le azioni di destabilizzazione non ci fermeranno e non placheranno la nostra volontà di agire per il bene di Mascalucia e dei mascalucesi: altro che dimissioni, si va avanti dritti per la nostra strada, fatta di legalità, rispetto, ordine e bene comune".


"Chi è infastidito da questa ventata di legalità e di interventi decisi non manca di farlo presente con atti assurdi come la creazione di fake news ad hoc o l’invio all’amministrazione e al sindaco di lettere intimidatorie", prosegue l'assessore che ha anche attaccato gli organi di stampa.

"Una cosa è certa: non saranno questi tentativi di sabotaggio a fermare la nostra azione amministrativa. Noi continueremo ad andare dritti per la nostra strada, avendo come unico faro ed obiettivo il bene dei cittadini di Mascalucia", ha concluso.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La polizia arresta il gestore della "Trattoria il Principe"

  • Con un elicottero avevano rubato la Biga di Morgantina nel cimitero di Catania: 17 arresti

  • Mafia: blitz antidroga della polizia contro il clan Arena a Librino

  • Aggredisce due minori e si scaglia contro la guardia giurata intervenuta, arrestato

  • Biga Morgantina rubata dal cimitero di Catania, i nomi degli arrestati

  • Scarsa igiene, topi e lavoro nero: sequestrati 4 locali del centro

Torna su
CataniaToday è in caricamento