Nominati i legali del collegio di difesa del Comune di Catania

Sulla vicenda è intervenuto Matteo Iannitti, di Catania Bene Comune, criticando la nomina dei consulenti per ragioni di opportunità economica

A conclusione di una procedura di evidenza pubblica avviata nel gennaio scorso, per la prima volta portata a termine nel Comune di Catania , il sindaco Salvo Pogliese ha nominato i cinque componenti esterni del collegio di difesa, organo consultivo dell’amministrazione previsto dal regolamento comunale attualmente in vigore. I legali nominati sono il professor Emilio Castorina, il professore Felice Giuffrè , l’avvocato Giuseppe Marletta, l’avvocato Pier Giuseppe Pappalardo e l’avvocato Giuseppe Sileci. I componenti del collegio di difesa percepiranno un compenso mensile di mille euro lorde al mese. Sulla vicenda è intervenuto Matteo Iannitti, di Catania Bene Comune, criticando la nomina dei consulenti per ragioni di opportunità economica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il Sindaco aveva già l’anno scorso tentato la nomina del collegio di difesa - spiega Iannitti - che fu stoppata dalle procedure del dissesto e dall’assenza di evidenza pubblica nella scelta dei consulenti. Adesso, dopo un bando al quale hanno partecipato nove avvocati, Pogliese ci ritenta, portando il numero dei componenti del collegio da quattro a cinque, mantenendo però lo stesso impegno di spesa. La città oggi sta tentando di rimarginare le ulteriori ferite inflitte dal lockdown, la situazione economica è emergenziale, mancano i soldi per quasi tutti i servizi. Nominare consulenti pagati con fondi comunali, per un organo di conclamata inutilità e comunque superfluo, appare come una beffa inaccettabile. Pertanto chiediamo al Sindaco di revocare immediatamente l’atto di nomina e di rinunciare alla formazione del collegio di difesa, di cui la città fa tranquillamente a meno da più di due anni. Nessuno si è accorto della sua assenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Motociclista 47enne in gravi condizioni al Cannizzaro

  • Prezzi delle case a Catania: la mappa zona per zona

  • Coronavirus, in Sicilia due nuovi casi e un morto

  • Superbonus edilizia: "Accelerare i tempi, serve meno burocrazia"

  • Coronavirus, in Sicilia situazione stabile: scoperto un nuovo caso

  • Rete di pusher agiva in diverse piazze di spaccio, scattano gli arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento