Emergenza acqua a San Giovanni La Punta, Simona Suriano (M5S) scrive al prefetto

La deputata segnala i disservizi idrici che hanno messo in ginocchio la città e che durano dal 10 giugno

Sulla carenza idrica e sui continui disservizi patiti dai cittadini di San Giovanni La Punta, a partire dallo scorso 10 giugno, è intervenuta la deputata del Movimento Cinque Stelle Simona Suriano. Quest'ultima ha indirizzato una missiva al prefetto di Catania Claudio Sammartino per chiedere un intervento risolutivo.

Con la consigliera del Movimento Giusy Rannone, la deputata chiede tutele a garanzia della cittadinanza che sta patendo un disservizio inaccettabile con enormi disagi sotto il profilo igienico e sanitario.

“Siamo certi che il prefetto di Catania – ha detto Simona Suriano – si dimostrerà ancora una volta sensibile verso le esigenze legittime dei cittadini. È inaccettabile che nel 2019 venga interrotta la fornitura idrica. Stiamo parlando di disagi che partono dallo scorso 10 giugno, a causa di un guasto di alcuni impianti nei pozzi comunicati da Acoset, e che non sono stati del tutto risolti”.

“Sono giustamente continue e pressanti – aggiunge la consigliera comunale Rannone – le segnalazioni che ogni giorno riceviamo dai residenti di San Giovanni La Punta. Addirittura per tre giorni il servizio di erogazione idrica è stato interrotto. Così molte famiglie, dotate di vasche, hanno ricorso ai privati e a pagamento per ottenere l’acqua, mentre chi ne è sprovvisto ha patito per giorni la mancanza d’acqua. Un degrado assoluto viste anche le alte temperature di questi giorni e la mancata possibilità di lavarsi o cucinare”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Si tratta di una situazione incresciosa – conclude Suriano – che mette in difficoltà, in particolar modo, anziani e disabili che hanno estrema necessità dell’acqua per i loro bisogni e che non possono spostarsi agilmente. Confidiamo nell’intervento della prefettura affinché la situazione, con l’azienda che gestisce il servizio, possa finalmente risolversi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scattano le prime multe da 400 euro per mancanza di mascherina

  • Falsi invalidi, il sistema architettato da 6 medici: 21 indagati

  • Coronavirus, anche oggi nessun decesso: a Catania zero nuovi contagi

  • Ikea, nuovi orari di apertura per lo store di Catania

  • Pensioni d’invalidità con la compiacenza di medici dell’Asp: sei misure cautelari

  • Operazione antimafia dei carabinieri, disarticolato il clan “Brunetto”: 46 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento