Smartphone Huawei: cosa cambia dal 19 agosto

A partire dal prossimo 19 agosto avrà termine il rapporto di collaborazione tra Google (Android) e Huawei. Ma per i possessori di un cellulare di marca cinese non c'è da preoccuparsi

Come noto, a causa dello stop sancito da Google e dalle altre aziende statunitensi, Facebook e Whatsapp non saranno più installati di 'default' sugli smartphone Huawei

Ma questo non vuol dire che non potranno più essere utilizzati. Per coloro che acquisteranno, dopo il 19 agosto (data fino alla quale Huawei potrà continuare a vendere smartphone con Android preinstallato), un cellulare Huawei, sarà possibile scaricare queste applicazioni da 'App Gallery'

L'App Gallery non è nient'altro che uno store alternativo dove si trovano le principali app che vengono utilizzate in commercio, quindi anche Whatsapp, Facebook ed Instagram.

Il tutto per permettere agli utenti di poter continuare ad usare le stesse app anche nel momento in cui avrà ufficialmente termine il rapporto di collaborazione con Google ed Android.

Nessuna preoccupazione invece per chi ha già un dispositivo con Facebook o Whatsapp installate: li potrà continuare ad utilizzare senza nessun problema. 

Per quanto riguarda ciò che accadrà dopo il 19 agosto si vocifera che Huawei stia pensando di realizzare un sistema operativo alternativo ad Android che in Europa dovrebbe prendere il nome di 'Ark'

Potrebbe interessarti

  • Bagno al mare dopo aver mangiato: verità sul falso mito

  • Morso del ragno violino: sintomi, rimedi e cure

  • Risparmiare sulla bolletta della luce: alcuni consigli

  • Come costruire un barbecue fai-da-te

I più letti della settimana

  • Inferno di fuoco alla Plaia, fiamme nei lidi e bagnanti in fuga

  • Inferno alla Plaia, distrutto dalle fiamme il lido Europa

  • Giovane di Bagheria pestato ad Etnaland per un paio di ciabatte

  • Ritrovato lo studente Peppe Cannata, si trovava a Modica

  • Paura alla Plaia, fiamme in spiaggia: bagnanti messi in salvo con i gommoni

  • Si cerca Peppe Cannata, studente di Giurisprudenza: l'appello degli amici

Torna su
CataniaToday è in caricamento