Campionati tricolore della "Fijlkam Judo": Bronzo del judoka etneo Lanzafame

L'allievo della "Titania Catania" non ha deluso le aspettative della vigilia, nell'agguerrita categoria dei 60 kg., conquistando il terzo gradino del podio, per la sesta medaglia agli "Assoluti"

Il Judo etneo continua sulla scia dei risultati prestigiosi e di assoluto livello in ambito nazionale, col bel bronzo del judoka etneo Angelo Lanzafame, sempre lì fra i primi, al recente Campionato Italiano Assoluto di Judo della federazione “Fijlkam”, presso il PalaRuffini di Torino. La massima competizione nel panorama judoistico agonistico nazionale, a livello tecnico, dà conferma che sui tatami che contano, l'arte marziale della “cedevolezza” ideata dal giapponese Jigoro Kano, nel Catanese è viva, vegeta e può sfoggiare espressioni tecniche magistrali.

Belle le tecniche sfoggiate sui materassini di gara, fra “acrobatiche” e scenografiche proiezioni dell'avversario, atterramenti e immobilizzazioni. Sui materassini della struttura torinese, ben 502 gli atleti in lizza, in rappresentanza di 95 società provenienti da tutta Italia. Fra queste anche le due società etnee, “Titania judo club Catania” e “Dynamic Center” Gravina. La prima, ha schierato a Torino i qualificati Angelo Lanzafame nei 60 chilogrammi, Luca La Fauci (kg. 66), Angelo La Fauci (kg. 73), Domenico Pappalardo (kg. 100) e Silvia Drago (kg. 48). La Dynamic Center di Gravina ha presentato l'atleta Oliver Grasso, qualificato nella categoria degli oltre 100 kg.

Il catanese Angelo Lanzafame non ha deluso le aspettative della vigilia, nell'agguerrita categoria dei 60 kg., conquistando il terzo gradino del podio, per la sesta medaglia agli “Assoluti”. "Sono soddisfatto perché questa è la mia sesta medaglia nella massima competizione italiana - ha commentato soddisfatto, il “kimodo di bronzo” catanese della fucina di talenti “Titania Judo Catania”, a fine manifestazione -e non è facile affermarsi con continuità ad altissimi livelli. Non stavo benissimo fisicamente; se sono riuscito ad ottenere un'altra medaglia, è grazie alla componente mentale e al cuore”.

Buona pure la gara di Domenico Pappalardo nei 100 kg. e di Silvia Drago nella 48 kg. Entrambi si sono piazzati al settimo posto: rispettivamente con 3 incontri vinti e 2 persi, per Domenico, e 2 incontri vinti e 2 persi per Silvia. Di rilievo anche la prestazione di Luca La Fauci, che con 2 incontri vinti e 2 persi, si è aggiudicato il nono posto nella numerosa categoria dei 66 kg. Sfortunati infine, Angelo La Fauci (kg. 73) della "Titania" ed Oliver Grasso della “Dynamic Center” (kg. +100), che sono usciti al primo turno e non sono stati più ripescati. Infine “dulcis in fundo”, ha preso parte alla gara un altro catanese, anche se oramai da anni in forza presso il gruppo sportivo delle Fiamme Gialle, Andres Moreno, che ha conquistato la medaglia d’argento nella categoria dei 100 kg., arrendendosi solo in finale di fronte al rappresentante del gruppo sportivo dei Carabinieri.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Dissesto, l'appello del presidente Musumeci: "Non c'è più tempo da perdere"

  • Cronaca

    Borgo, scende in strada e si dà fuoco: è in gravi condizioni

  • Politica

    Bartolo (Pd): "Andrò in Europa per non fare morire i migranti nel Mediterraneo"

  • Cronaca

    "Missione salute", visite e screening gratuiti per chi ha difficoltà economiche

I più letti della settimana

  • Insolito "via vai" fa scattare il blitz, sequestrati 100 chili di marijuana: arrestati 2 fratelli

  • Auto sospetta al viale Vittorio Veneto, intervento degli artificieri: allarme rientrato

  • Incidente stradale a Paternò, scontro tra due auto: padre e figlia feriti

  • Evade dai domiciliari dopo un litigio con la moglie: "Meglio il carcere"

  • Incidente stradale in viale Sanzio, auto si ribalta: una ragazza ferita

  • Latitante catturato dopo la visita alla moglie incinta

Torna su
CataniaToday è in caricamento