Catania, l'avventura di Lucarelli inizia con un pareggio: beffa finale contro il Bisceglie

"Ho visto quello che volevo vedere per quella che è adesso la situazione" dichiara a caldo il mister degli etnei. I rossazzurri non sono stati in grado di chiudere la gara e nei minuti finali hanno subito il ritorno degli avversari. Finisce 1-1 con la doccia fredda finale del gol di Ebagua

Il Catania non trova la vittoria contro il Bisceglie. Finisce 1-1 e la scossa non arriva dopo il cambio alla guida tecnica. I rossazzurri non riescono a raddoppiare e dopo il vantaggio iniziale su calcio piazzato, grazie ad uno stacco imperioso di Mbende, Lucarelli getta nella mischia Curiale al posto di Mazzarani nel secondo tempo per provare a chiudere il match. Il gol non arriva e nel finale la squadra cambia assetto con gli inserimenti di Biondi, Saporetti e Bucolo per provare a portare a casa i tre punti e mettere forze fresche in campo, dando il cambio agli stremati Calapai e Marchese. La squadra di Pochesci è brava però a crederci e nei minuti finali trova il gol del pari con Ebagua. 

Lucarelli ha analizzato così a caldo la gara: "Il responsabile sono io perchè sono l'allenatore, mi dispiace per i ragazzi perchè la prestazione per come stiamo in questo momento non è stata nemmeno malvagia, creare 5 o 6 palle gol contro il Bisceglie dovrebbe essere la normalità per le nostre potenzialità, ma non era così scontato visto il momento"

Il Catania è sceso in campo con il 3-5-2, marchio di fabbrica del tecnico, con Biagianti utilizzato nell'inedito ruolo di difensore. Dal punto di vista dell'equilibrio tattico la mossa si rivela azzeccata, manca però la velocità giusta nel giro palla nel corso della gara. Lodi nel ruolo di mezzala riesce ad innescare Calapai con continuità, ma manca la precisione giusta negli ultimi metri. Le possibilità del raddoppio non vengono sfruttate a dovere. Curiale spreca malamente la chance del 2-0 e lo stesso Calapai, bravo negli inserimenti, è impreciso negli ultimi metri. Il risultato resta in bilico e la squadra ospite torna in vita nei minuti finali. Da un cross dai 40 metri arriva il taglio vincente di Ebagua e la doccia fredda per il Catania è servita. Saporetti perde l'equilibrio e l'uomo nell'occasione.

Il clima sugli spalti surreale sin dai primi minuti, torna a farsi incandescente dopo il pari finale. Un gol che taglia le gambe alla squadra e rende arduo l'inizio del nuovo percorso per mister Lucarelli che dovrà trovare la formula giusta a pochi giorni da una sfida difficile come quella contro il Bari, ma dovrà soprattutto lavorare sulla testa dei giocatori.

CATANIA BISCEGLIE 1-1 (Mbende 43', 90' Ebagua)

Catania (3-5-2): Furlan; Mbende, Biagianti, Silvestri; Calapai (86' Biondi), Rizzo, Lodi (80' Bucolo), Welbeck, Marchese (86' Saporetti); Di Piazza (80' Catania), Mazzarani (61' Curiale).

Bisceglie (3-5-2): Casadei; Turi, Hristov, Piccinni; Mastrippolito (46' Ferrante), Abonckelet, Zibert, Camporeale (71' Ebagua), Tarantino (61' Cardamone); Gatto (18ì Longo), Montero

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fa il giro del mondo e gli rubano la moto a Catania: l'appello per ritrovarla

  • Commerciante aveva manomesso i contatori per risparmiare

  • Scontro frontale tra due auto a Pedara: feriti i conducenti

  • Auto contromano in tangenziale inseguita dalla polizia

  • Marco Mengoni, Elisa, Coez e Gazzelle al PalaCatania

  • Smantellata piazza di spaccio alla "Fossa dei leoni": 5 arresti tra vedette e pusher

Torna su
CataniaToday è in caricamento