Mariella Cimò scomparsa dal 25 agosto: il marito resta unico indagato

Ad insospettire è la denuncia di scomparsa presentata 11 giorni dopo l'effettivo allontanamento della donna. Si scopre che i due avevano litigato per il sospetto della donna su un presunto tradimento del marito

Ancora mistero sulla scomparsa di Mariella Cimò, la 72enne di cui non si hanno notizie dal 25 agosto scorso. Il marito, Salvatore Di Grazia, resta l'unico indagato ma si dice “tranquillo e desideroso di verifiche approfondite”.

Ad insospettire è la denuncia di scomparsa presentata 11 giorni dopo l’effettivo allontanamento della donna. Si scopre che i due avevano litigato per il sospetto della donna su un presunto tradimento del marito.

Un acquisto fatto in un paese vicino posizionerebbe Di Grazia altrove nell’orario in cui afferma di aver litigato con la moglie. Inoltre risulterebbe scomparsa anche una “vasca” in vetroresina che sarebbe stata acquistata per i cani della villa.

Il nipote della donna scomparsa, Massimo Cicero, accusa lo zio di non aver cercato la moglie e di aver “ostacolato le ricerche”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale, auto si schianta contro spartitraffico: 4 morti

  • Strage dopo una serata in discoteca, nessuno indossava la cintura di sicurezza

  • Operazione dei carabinieri contro capi clan e affiliati dei “Santapaola-Ercolano”: 31 arrestati

  • Incidente stradale a Piano Tavola, 4 morti: Procura apre inchiesta

  • Operazione "Black Lotus", alla sbarra 31 affiliati del clan Santapaola-Ercolano

  • Mafia: blitz antidroga della polizia contro il clan Arena a Librino

Torna su
CataniaToday è in caricamento