Lunedì, 2 Agosto 2021
Ristrutturare

Fai-da-te: come pitturare la facciata di casa

Chi è esperto del fai-da-te sarà sicuramente in grado con questi consigli di poter tinteggiare la facciata di casa propria senza rivolgersi a dei professionisti del settore

La facciata di una casa viene sempre sottoposta a continue cambiamenti delle condizioni atmosferiche e quindi con il passare del tempo diventa necessario effettuare la sua manutenzione per non farla rovinare eccessivamente.

Coloro che sono esperti del fai-da-te, con qualche piccolo consiglio, potranno essere sicuramente in grado di tinteggiare in modo autonomo la facciata della propria casa.

Vincoli - Quando si vive in una città esistono dei vincoli paesaggistici che limitano la scelta dei colori da poter utilizzare per poter preservare l'originalità dei palazzi antichi o per creare un contesto che sia uniforme. Per questo motivo è sempre preferibile chiedere prima agli uffici preposti.

Cosa serve per pitturare la facciata

Spazzola - Con essa si prepara il muro e si garantisce che la pittura possa attecchire

Raschietta - Serve per eliminare la polvere e la vecchia pittura

Spatola - Viene usata per stendere lo stucco sulle fessure o sulle crepe del muro e renderlo liscio+

Ponte - Bisogna usarlo se la facciata della casa è troppo alta ed ampia 

Teli di copertura - Bisogna usarli per proteggere le parti della casa che non devono essere tinteggiate

Pennellessa o rullo - Possono essere usati entrambi in base a quelle che sono le differenti esigenze. 

Quale pittura scegliere

Quarzo - E' un prodotto che resiste molto a lungo ed è idrorepellente. Perfetto per le zone con grossa umidità

Silicati - Il silicato di potassio resiste all'acqua ed ai diversi agenti atmosferici. Anch'esso quindi dura molto nel tempo

Silossanici - Proviene dalla silice e viene combinata con resine di silicone. Resiste nel tempo, resiste al vapore, è idrorepellente e traspirante

Pittura della facciata - Step by step

Prima di applicare la vernice bisogna preparare la parete stendendo l'intonaco. Terminata questa operazione, montato il ponte, è necessario preparare il fondo rimuovendo l'intonaco lesionato, stuccando eventuali fori o crepe.

Prima di tinteggiare è sempre bene poter applicare l'intonaco scegliendo tra quello liscio o a rilievo. Una volta asciutto sarà possibile effettuare la tempera.

Prodotti online

Ponteggio con ruote

Scala telescopica

Pittura al quarzo per muri esterni

Stucco professionale

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fai-da-te: come pitturare la facciata di casa

CataniaToday è in caricamento