rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022

Assistenza domiciliare integrata ferma da novembre: il toccante appello dei pazienti "abbandonati"

Hanno lanciato l'hashtag #abbandonAdi per protestare contro l'interruzione delle cure domiciliari. Si appellano all'Asp per riottenere un servizio essenziale

Sono toccanti le testimonianze dei pazienti che sono rimasti, dal mese di novembre, senza cure domiciliari. Il servizio chiamato con l'acronimo ADI (assistenza domiciliare integrata) sta subendo forti criticità da due mesi circa ed è nato l'hashtag #abbandonAdi coniato proprio dai pazienti. Sono circa quattromila i pazienti fragili nella provincia etnea rimasti senza l'ausilio, spesso necessario, dei medici specialisti, degli psicologi e degli infermieri. A bloccare il servizio un contenzioso relativo all'appalto vinto da una azienda e assegnato dall'Asp di Catania. I professionisti della sanità difatti protestano poiché i compensi previsti dall'azienda sarebbero troppo bassi se non mortificanti e non hanno siglato il nuovo contratto proposto.

Ad intervenire con decisione sulla vicenda era stata la deputata regionale Angela Foti che aveva chiesto un intervento dell'Asp e dell'assessorato regionale alla Salute: "Ci sono migliaia di pazienti fragili senza la necessaria assistenza domiciliare, quindi, privati di un diritto essenziale che è quello alla salute e, dall’altro lato, una platea di centinaia di professionisti della sanità in agitazione perché mortificati da pagamenti miseri e che, per altro, giungono spesso in ritardo”.

“Stiamo parlando di figure qualificate - aveva dichiarato Foti - le quali giocano un ruolo indispensabile nei processi di riabilitazione e assistenza. Le cure domiciliari sono il primo step di chi inizia un percorso di recupero e il sistema sanitario non può non valorizzare queste competenze. Però sinora si è andati avanti con il sistema delle gare con il massimo ribasso che ha portato alle distorsioni attuali. Spesso grandi gruppi hanno vinto le gare con ribassi ingenti che hanno determinato una mortificazione delle professionalità in termini economici". 

Video popolari

Assistenza domiciliare integrata ferma da novembre: il toccante appello dei pazienti "abbandonati"

CataniaToday è in caricamento