Bronte: la Musa dell’Arte con Viola Di Grado, Celia Quartet e Danza Kòreos

L’Etnamusa Festival è realizzato con il Patrocinio dell’Assessorato allo Sport, Turismo e Spettacolo della Regione Siciliana, del Comune di Bronte, del Comune di Maletto, dell’Accademia delle Belle Arti di Catania, del Liceo Classico Statale “N.Spedalieri” di Catania e dell’ Istituto Superiore "Ven. Ignazio Capizzi" di Bronte

Continuano gli appuntamenti presso l’azienda agricola Musa a Bronte (Ct) tra cultura, musica e danza con l’Etnamusa Festival. Un evento extra, visto il grande successo della prima edizione della kermesse, che vedrà domenica 18 agosto a partire dalle ore 18.00 alle pendici dell’Etna la scrittrice Viola Di Grado presentare “Fuoco al cielo” (La Nave di Teseo Edizioni); dialogherà con l’autrice Lorena Spampinato.

Un grande successo per l’ultima fatica letteraria di Viola di Grado così definita: “un libro di sconvolgente bellezza, che va fino in fondo al disastro infinito della follia umana”(Barbara Alberti). Viola di Grado, classe 1987, è l’autrice di Settanta Acrilico Trenta Lana (edizioni e/o, 2011), vincitore del premio Campiello Opera Prima e del premio Rapallo Carige, Opera Prima e finalista all’IMPAC Dublin Literary Award, e di “Cuore Cavo” (edizioni e/o, 2013), finalista al PEN Literary Award. Il suo ultimo romanzo, “Fuoco al cielo” è finalista al premio Viareggio e al premio Biblioteche di Roma. Ha tradotto Nuovo cielo, nuova terra di Joyce Carol Oates; ha vissuto a Kyoto, Leeds e Londra, dove si è laureata in Filosofia dell’Asia orientale. I suoi libri sono tradotti in dodici Paesi. A seguire sarà il momento di “Celia Quartet” in concerto. Vincitore del St James’s Chamber Music Prize 2018, il Celia Quartet è sbocciato presso la Guildhall School of Music and Drama di Londra nel 2017 e in pochissimi mesi dalla sua fondazione è stato invitato ad esibirsi in alcune delle più vive e rinomate venuedella capitale britannica, quali St. Martin in the Fields e St. James’s Piccadilly. Johanna, Andrea, James e Joshua hanno alle spalle percorsi di studio presso università di musica inglesi, tedesche e italiane, e le loro scelte interpretative sono un intrigante risultato della fusione creativa di approcci e scuole di pensiero diverse.

A conclusione dell’evento la Scuola di Danza Kòreos, diretta e fondata dai maestri Dario Biuso e Antonella Grigoli, proporrà lo spettacolo di danza “Mizzica”(coreografia del maestro D. Biuso) con la partecipazione di Viviana Saitta e Ausilia Sciarotta; cantante Elisa Milazzo. Kòreos è un centro di formazione professionale per danzatori, il cui scopo è quello di offrire, attraverso gli insegnanti e la collaborazione con maestri nazionali ed internazionali, una formazione completa nell’arte della danza, finalizzata all’ammissione in enti lirici di prestigio e all’inserimento in importanti compagnie di danza. L’evento è totalmente ad ingresso gratuito. L’Etnamusa Festival è realizzato con il Patrocinio dell’Assessorato allo Sport, Turismo e Spettacolo della Regione Siciliana, del Comune di Bronte, del Comune di Maletto, dell’Accademia delle Belle Arti di Catania, del Liceo Classico Statale “N.Spedalieri” di Catania e dell’ Istituto Superiore "Ven. Ignazio Capizzi" di Bronte. L’appuntamento con la seconda edizione dell’Etnamusa Festival è per l’estate 2020.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento