Spettacolo teatro-canzone “Fimmine e fimminazze” al Castello Ursino

La voce femminile dell'Isola che urla, cunta e canta, con forza e determinazione di storia, d'amore e dell'agognata giustizia sociale. Le parole cantate e recitate dall'attrice catanese Alice Ferlito e dalla cantante polistrumentista sarda Nicoletta Fiorina, accompagnate dalle percussioni del batterista palermitano Giampaolo Terranova, sono un omaggio, un promemoria, per non dimenticare la forte identità femminile siciliana. Un omaggio alla parte femminile della nostra Isola, perché la Sicilia è femmina come la testa della Gorgone, simbolo della sua bandiera. Femmina come vuole la leggenda che racconta abbia preso il suo nome da una giovinetta, figlia di un re del Libano che per salvare la figlia da un mostro la mise su una barca da sola e la lasciò andare in balia delle onde finché non la condussero sull'isola meravigliosa che prese il suo nome. La Sicilia è femmina, coraggiosa e forte, come le donne che nel 250 A.C. si tagliarono le lunghe trecce per costruire le corde degli archi che sconfissero i Cartaginesi che tenevano Palermo sotto assedio. È femmina come Damarete di Agrigento, regina colta; Macalda di Scaletta grande scacchista; Costanza D'Altavilla e Costanza di Svevia, reggenti sagge al posto dei figli bambini; Cleopatra di Sicilia capace di vendicare la famiglia massacrando i suoi avversari e dandosi la morte pur di non cadere in mano ai nemici; o ancora come le eroine popolari Gammazita e Peppa 'a cannunera. La Sicilia è femmina come Donna Franca Florio; come Nina Siciliana, la prima donna capace di poetare in volgare nel XIII secolo o come Mariannina Coffa che contro tutto e tutti dedicò la sua vita alla scrittura. Femmina come tutte le donne che imbracciarono le armi durante il Risorgimento e combatterono in prima persona. La Sicilia è femmina come la prima donna che ha divorziato in Italia, la baronessa catanese Maria Paternò; o come Maria Segreto di Ribera che nel 1916 incitò tutte le donne in fila per un pezzo di pane a sollevarsi contro la guerra e come tutte le siciliane che corsero ad occupare le terre nel dopoguerra. La Sicilia è femmina come le donne che nei primi di agosto del 1943 diedero vita alla Resistenza Italiana. La Sicilia è fimmina e fimminazza, come tutte le donne siciliane che hanno lottato e lottano contro la mafia e le ingiustizie sociali alzando la testa e la voce: Franca Viola, Francesca Serio, Felicia Impastato, Saveria Antiochia, Michela Buscemi, Piera Lo Verso, Rita Atria, Giovanna Giaconia, Rita Borsellino, Sonja Alfano, Maria Falcone… ed è di eroine, donne, "Fimmine e Fimminazze" che Oggi Vi Vogghiu Cuntari. Un progetto teatrale e culturale che ruota attorno alla tradizione musicale siciliana e alla valorizzazione dell'aspetto femminile di questa terra, ideato e portato in scena da Alice Ferlito, Nicoletta Fiorina e Giampaolo Terranova. Il sesto e ultimo appuntamento con la rassegna teatrale "Oggi Vi Vogghiu Cuntari …" organizzata dall'Associazione Culturale Gammazita per il calendario di eventi estivi del Comune di Catania "Estate in città", è fissato per le ore 21.00 di giovedì 4 agosto.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Spettacolo 'Aiuto, hanno rapito Colombina'

    • dal 12 settembre al 1 novembre 2020
    • Teatro Zig Zag
  • Spettacolo 'Istruzioni per l'uso - Guida semplice per i deboli di Cuore'

    • solo domani
    • 24 ottobre 2020
    • Sala De Curtis
  • Stagione teatrale Sala De Curtis

    • dal 7 novembre 2020 al 22 maggio 2021
    • Sala De Curtis

I più visti

  • Scappamu: ingressi scontati per la prima Escape Room con temi mai visti in Sicilia

    • dal 14 ottobre al 14 novembre 2020
    • Escape Room
  • Catania Sotterranea

    • dal 27 settembre al 1 novembre 2020
  • Bellini Festival

    • dal 23 settembre al 3 novembre 2020
  • Magia dell'autunno tra i faggi della Timparossa

    • solo domani
    • 24 ottobre 2020
    • piazza belvedere
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    CataniaToday è in caricamento