Catania archeologica e barocca - Visita ai resti della città antica

Domenica 12 giugno 2016 l'Associazione Culturale "Argo" e il "Fatto web" organizzano un tour guidato che porta a riscoprire i segni sovrapposti sul tessuto urbano, leggendo nella fitta maglia attuale le tracce della storia di Catania. La visita inizia dalla Piazza Duomo, il cuore della città, confluenza dei principali assi viari della città ricostruita nel ‘700. Campeggia, al centro di essa, la fontana dell’elefante, mentre con la splendida facciata barocca della Cattedrale settecentesca ne domina un lato, fiancheggiata dagli eleganti e maestosi palazzi costruiti in pietra lavica e pietra bianca di Comiso; senza dimenticare la fontana dell’Amenano, che un recente restauro ha portato agli antichi splendori. Attraversando la piazza intitolata al primo architetto della ricostruzione, Alonzo Di Benedetto, e che ospita nei giorni feriali il mercato storico del pesce, costeggeremo Piazza Currò con i resti ottimamente conservati delle Terme dell’Indirizzo, e giungeremo in Piazza Federico di Svevia dove potremo ammirare la possente struttura del Castello Ursino. Ritornando in via Vittorio Emanuele, poi, potremo apprezzare l’assetto urbanistico della città settecentesca e barocca, e ci immergeremo nell’antico con la visita al Teatro Romano e Odeon. I cittadini dell’antica Katane potevano usufruire di numerosi complessi termali, come dimostrano i resti, in via della Rotonda, delle Terme omonime, un complesso sorto in epoca tardoantica e caratterizzato da una sala circolare, coperta da una cupola sostenuta da otto archi, trasformata in chiesa cristiana nel VI secolo. Il percorso proseguirà in piazza Dante, per apprezzare l’imponenza del complesso di San Nicolò la Rena con l’adiacente Monastero benedettino, attuale sede universitaria. La visita proseguirà per via A. di Sangiuliano, con la sua pendenza che permette di ammirare, in una giornata serena, il taglio viario fino al mare, e quindi si imboccherà via Crociferi, vero gioiello del barocco catanese con le sue maestose chiese. Proseguendo per via Etnea si raggiungerà piazza Stesicoro, per ammirare i resti dell’Anfiteatro. Dalla piazza, poi, si raggiunge la chiesa di Sant’Agata al carcere, dove secondo la leggenda fu rinchiusa la santa protettrice della città prima di subire il martirio. Inserito nella facciata settecentesca osserviamo il portale romanico proveniente dalla Cattedrale di epoca normanna. Ritornati in Via Etnea, potremo ammirare la facciata concava tardobarocca della Basilica della Collegiata, attraversare Piazza Università, e quindi concludere il nostro percorso nuovamente in Piazza Duomo. Per info e prenotazioni: 3387474775, webilfatto@gmail.com; monica.colaianni@gmail.com.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Turismo, potrebbe interessarti

I più visti

  • Scappamu: ingressi scontati per la prima Escape Room con temi mai visti in Sicilia

    • dal 14 ottobre al 14 novembre 2020
    • Escape Room
  • Catania Sotterranea

    • dal 27 settembre al 1 novembre 2020
  • Bellini Festival

    • dal 23 settembre al 3 novembre 2020
  • Laboratori teatrali

    • dal 3 settembre 2020 al 7 giugno 2021
    • Teatro Zig Zag
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    CataniaToday è in caricamento