rotate-mobile
G7

G7, il quadro con le facce dei grandi del mondo messo all'asta per beneficenza

La moglie del premier italiano Gentiloni, come racconta la commerciante, "ha detto ridendo che il quadro imbruttisce molto il marito", come spiega Deborah Bombini

Da giorni il quadro con le facce dei grandi del mondo fa bella mostra all'interno di un negozio di Taormina. Ma da ieri quel quadro ha un valore aggiunto: le firme degli uomini più potenti del mondo, fatta eccezione per Trump e May.

Il quadro verrà messo adesso all'asta e il ricavato verrà devoluto ai bambini di Amatrice. Come racconta l'ideatrice, Deborah Bombini, la proprietaria del negozio che espone il quadro.

"Quando sono passati da qui e hanno visto le loro facce nel quadro - dice la donna - si sono fermati, sono entrati e hanno firmato il dipinto. Hanno firmato sia Emmanuel Macron che la signora Brigitte, ma anche la signora Manuela Gentiloni, pure la moglie del premier giapponese Aike Abe e Justin Trudeau".

Persino Christine Lagarede, alla guida del Fondo monetario internazionale, ha voluto firmare il quadro con la dedica: "Viva le donne". La moglie del premier italiano Gentiloni, come racconta la commerciante, "ha detto ridendo che il quadro imbruttisce molto il marito", come spiega Deborah Bombini.

"Adesso dobbiamo decidere cosa fare - dice - abbiamo pensato di raccogliere su Facebook delle idee e pensiamo di fare un'asta beneifca, o di raccogliere dei soldi all'ingresso del Teatro Greco. Vediamo, ma l'importante è che andrà tutto in beneficenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

G7, il quadro con le facce dei grandi del mondo messo all'asta per beneficenza

CataniaToday è in caricamento