Politica Ramacca

Atti vandalici contro gruppo Scout di Ramacca, Saitta (M5S): " Non si fermi la lotta contro il sistema mafioso”

Il deputato è intervenuto alla Camera per esprimere solidarietà e vicinanza. E' gia la terza volta che la sede del gruppo Ramacca 1 viene vandalizzata: si trova in un bene confiscato alla criminalità organizzata

Il deputato alla Camera del Movimento Cinque Eugenio Saitta, componente della Commissione Giustizia, è intervenuto nel corso dell'ultima seduta per sollevare la questione degli atti vandalici perpetrati ai danni del gruppo Scout Ramacca 1 che, qualche giorno fa, si sono concretizzati in gravi danni nella loro sede. Un immobile che è un bene confiscato alla mafia.

“Ho posto all'attenzione dell'aula e delle istituzioni – spiega Saitta – il grave atto delinquenziale subito dai ragazzi del gruppo Scout di Ramacca. Si tratta della terza volta che subiscono un attentato del genere: i vandali hanno addirittura rubato porte e infissi e hanno distrutto l'arredo”.

“Ai ragazzi di Ramacca va la massima solidarietà e ringrazio la consigliera comunale del Movimento Teresa Corallo che si è adoperata subito per segnalare questo increscioso episodio e per tenere alta l'attenzione.”

“La matrice criminale dell'episodio - ha proseguito il deputato - sembra esserre abbastanza chiara: la base del gruppo scout vandalizzata si trova infatti in un bene confiscato alla mafia. Non si può rimanere inerti dinanzi ad atti del genere e non si può vanificare lo sforzo di questi ragazzi per rendere fruibile il bene e per averlo reso vivo con iniziative straordinarie”.

“I ragazzi di Ramacca non si scoraggiano facilmente e sono certo – così come hanno dichiarato pubblicamente – che continueranno a lottare contro questo schifoso sistema mafioso e a testimoniare il vero, il bello e il buono. Non sono da soli”, ha concluso Saitta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atti vandalici contro gruppo Scout di Ramacca, Saitta (M5S): " Non si fermi la lotta contro il sistema mafioso”

CataniaToday è in caricamento