Approvazione rendiconto 2018, la maggioranza. "Compatti al fianco dell'amministrazione"

I capi gruppo del centrodestra hanno diramato una nota dopo l'approvazione, da parte del consiglio comunale, di due importanti atti sottolineando l'unione d'intenti con la giunta

Lo scorso mercoledì in consiglio si sono votate due importanti delibere: il nuovo regolamento Imu e il rendiconto del Bilancio 2018. Votazioni che erano seguite a una lunga serie di sedute andate a vuoto per la mancanza del numero legale e puntualmente l'opposizione aveva attaccato la maggioranza. Dopo l'approvazione i capi gruppo di centrodestra hanno diramato una nota unitaria nella quale rivendicano "il forte senso di responsabilità dei gruppi consiliari di maggioranza, presenti in modo compatto, che hanno risposto con i fatti alle strumentali insinuazioni, formulate a mezzo comunicati stampa, dall’opposizione".

"Sono circolate notizie prive di ogni fondamento che si sono scontrate nei fatti con il grande spirito di abnegazione da parte del
senato cittadino - proseguono i consiglieri -. Parliamo di quella maggioranza consiliare, costantemente a sostegno dell’amministrazione Pogliese, che dall’inizio della consiliatura si è sempre presa le proprie responsabilità in merito a decisioni di vitale importanza per la città di Catania. Votare atti importantissimi, tra gli altri il bilancio stabilmente riequilibrato (approvato dal Ministero) e da ultimo il rendiconto del bilancio del 2018 che certifica- se mai ce ne fosse ancora bisogno- il fallimento della scorsa gestione amministrativa, perché sancisce il
disavanzo di un miliardo di euro, è l’occasione per rispedire al mittente gli scellerati attacchi all'amministrazione".

Così i consiglieri delle liste “Salvo Pogliese Sindaco”, “In campo con Pogliese”, “Fratelli d’Italia”, “Muovititalia”, “Grande Catania”, “Diventerà Bellissima” e “Forza Italia” hanno ribadito la compattezza della maggioranza "al netto dei fisiologici e naturali momenti di dibattito al suo interno" e la mancata "partecipazione da parte delle forze di opposizione che pochissime volte sono rimaste in aula, optando invece per manovre subdole e inutili, al solo fine di far cadere il numero legale oppure astenendosi dal prendere posizione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento