Forza Italia si fa spazio tra sovranisti e moderati, Etna19 per il rilancio

Presentato il programma della due giorni di incontri e dibattiti prevista a Viagrande. Il presidente Berlusconi interverrà in videochiamata

Con un beffardo gioco del destino, a poche ore di distanza dalla chiusura di MuovitItalia il partito che fu protagonista assoluto della kermesse ai piedi dell'Etna ha annunciato quest'oggi, nel corso di una conferenza stampa, il programma della manifestazione Etna19 con il claim #alavoroperlitalia. Dopo l'abbandono dei Pogliese boys per far ritorno nella casa "sovranista" Forza Italia è alla ricerca di un nuovo centro di gravità permanente, anche se in Sicilia può ancora contare su buone percentuali di consenso mentre nel resto dello stivale i numeri non fanno intravedere prospettive rosee.

Da sempre il rapporto tra l'isola e il "Cavaliere" è stato speciale. Qui Forza Italia è cresciuta in maniera esponenziale e ha centrato risultati storici, come il famoso 61 a 0. La Sicilia è stata serbatoio di voti e di classe dirigente per gli azzurri, adesso sembra essere passata un'era geologica. I tempi della politica sono cambiati, Berlusconi è invecchiato e il centrodestra è a trazione sovranista come la stessa Giorgia Meloni ha rivendicato a MuovitItlia dopo aver "soffiato" il duo Pogliese - Catonoso e tutta la dote di voti e di amministratori locali ai berlusconiani.

Video | L'intervista a Falcone

Ma Etna19 vuole essere un punto di partenza per Forza Italia per rilanciare il partito, per far ritrovare ai moderati quello spazio che al momento è molto compresso tra le istanze sovraniste della Lega e di Fratelli d'Italia.

Marco Falcone, che oltre ad essere assessore regionale ai Trasporti, è anche commissario provinciale del partito ha dichiarato: "Abbiamo voluto realizzare un grande evento siciliano per rilanciare l'attività di Forza Italia come partito di governo e di proposta. Ci saranno circa 70 relatori, si parlerà di agricltura, enti locali, innovazione, enti locali e di buona amministrazione. Alla fine della kemrsse ci sarà una chiamata di Slivio Berlusconi".

Per quanto concerne la trazione sovranista della coalizione Falcone precisa che chiaramente "sono i numeri a dimostrare chi ha leadership all interno di una coalizione" ma "oggi la Lega che parla alla pancia delle persone non rappresenta l'unica voce del centrodestra: Forza Italia è un elemento di equilibrio nel centrodestra che parla alla ragione delle persone e alla intelligenza degli italiani e non a casi in Sicilia siamo primo partito e prima forza all'Ars".

Da poco si è ricostituito, dopo la fuoriuscita dei fedelissimi di Pogliese da Fi, il gruppo azzurro in consiglio comunale a Catania e Falcone precisa che "i rapporti con il primo cittadino non possono che essere ottimi ed è sindaco anche e sopratutto grazie a FI".

Falcone poi, senza nominare l'imprenditore Michele Cristaldi considerato in pole per ricoprire il ruolo di assessore etneo, sull'allargamento della giunta Pogliese ha affermato: "Non siamo qui a rivendicare alcunché ma è nelle cose, e lo ha detto lo stesso sindaco, che Forza Italia non può rimanere estranea rispetto a una responsabilità di governo locale".

Tra i presenti alla presentazione del programma di Etna19 anche l'onorevole Alfio Papale, l'ex deputato Nino D'Asero, il dirigente nazionale Antonio Montemagno nonché diversi amministratori locali. Un programma articolato che vedrà una serie di focus sull'agricoltura, con l'assessore forzista Edy Bandiera, sull'Europa, con gli eurodeputati Milazzo e Tajani, sull'inovazione e sulle infrastrutture.

Saranno presenti a Viagrande anche altri big del partito come Maria Stella Gelmini, Maurizio Gasparri, Renato Schifani, Saverio Romano nonché Cateno De Luca e Gianfranco Micciché. Dovrebbe inoltre intervenire, per un saluto, il presidente della Regione Nello Musumeci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento