Incendi, la senatrice Tiziana Drago riferisce in aula al Senato

Oggi in aula al Senato ha sottolineato la situazione fuori controllo dei rifiuti urbani nel capoluogo etneo

“Nel ringraziare tutti i vigili del fuoco, gli uomini e le donne delle forze dell’ordine, la forestale, la protezione civile e il 118 per il grande impegno profuso in occasione del terribile incendio che ha colpito la Plaia di Catania, e anche altre zone cittadine, non posso che essere rammaricata per la grande incuria in cui versa la città”. Lo ha detto Tiziana Drago, senatrice del Movimento Cinque Stelle, che oggi in aula al Senato ha sottolineato la situazione fuori controllo dei rifiuti urbani nel capoluogo etneo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’incuria pare abbia avuto una parte determinante nel propagarsi degli incendi di ieri a Catania. In città vi sono intere aree verdi non potate, non curate e altrettanti terreni privati non vigilati. L’incuria e probabilmente il dolo hanno portato, nelle ultime settimane, anche a roghi di rifiuti nel centro urbano, nelle periferie, con episodi gravissimi e residenti a rischiano intossicazione. È evidente che l’amministrazione, nonostante le sollecitazioni dei nostri consiglieri comunali, non riesce a trovare una via d’uscita: la differenziata è ferma a percentuali bassissime e i rifiuti portati da cittadini di altri paesi a Catania sono un altro problema senza soluzione”. “Anche i nostri deputati regionali hanno recentemente rivolto un appello al Presidente della Regione, invitato, attraverso formale interpellanza, ad intervenire urgentemente sulla questione attivando i poteri sostitutivi riconosciuti dalla legge, anche attraverso il commissariamento e la nomina di un commissario ad acta per la gestione della situazione di crisi ormai manifesta. Non possiamo rischiare altri incendi o una emergenza igienico sanitaria con pericoli di ordine pubblico”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scattano le prime multe da 400 euro per mancanza di mascherina

  • Falsi invalidi, il sistema architettato da 6 medici: 21 indagati

  • Coronavirus, anche oggi nessun decesso: a Catania zero nuovi contagi

  • Ikea, nuovi orari di apertura per lo store di Catania

  • Pensioni d’invalidità con la compiacenza di medici dell’Asp: sei misure cautelari

  • Coronavirus, in Sicilia si fermano i decessi: 4 nuovi casi a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento