rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Politica Mascali

Mascali, la solidarietà al presidente del consiglio comunale dopo lo "scontro" con il sindaco

Il presidente del coordinamento dei presidenti consigli della Provincia di Catania Claudio Nicolosi e i vice presidenti Nando Cacciola, Ivan Albo e Anna Maravigna, unitamente al presidente del senato cittadino di Catania Giuseppe Castiglione, esprimono piena e incondizionata vicinanza al collega

Il presidente del coordinamento dei presidenti dei consigli comunali della Provincia di Catania Claudio Nicolosi e i vice Presidenti Nando Cacciola, Ivan Albo e Anna Maravigna, unitamente al presidente del senato cittadino di Catania Giuseppe Castiglione, esprimono piena e incondizionata solidarietà al collega presidente del consiglio comunale di Mascali Paolo Virzì per "l’attacco alla sua funzione istituzionale derivato dalle condotte ed attraverso le affermazioni del sindaco di Mascali".

Come recita la nota "il sindaco di Mascali Luigi Messina, ha deliberatamente ignorato il presidente del Consiglio comunale e seconda carica istituzionale che, in quanto titolare dell’organizzazione e gestione dell’Aula Consiliare, aveva già autorizzato gli iscritti della UILFPL per celebrare la loro riunione all’interno dell’Aula adibita a Consiglio Comunale. 
Con atto di mero arbitrio il sindaco di Mascali, peraltro operando con evidente discriminazione ai danni di una rappresentanza sindacale, faceva trovare le porte chiuse a chiave della locale aula consiliare nel giorno dell' assemblea dei lavoratori regolarmente richiesta e autorizzata dal presidente Paolo Virzí".

"È orientamento unanime in tutti i Comuni d'Italia attribuire al presidente del consiglio la prerogativa di determinare le regole e le autorizzazioni all'uso della sala consiliare - prosegue la nota -. Tuttavia laddove il sindaco di Mascali nello specifico non avesse ritenuto di condividere tale prerogativa funzionale del presidente, nel conflitto di attribuzioni avrebbe dovuto comunque motivare le proprie, diverse, determinazioni per non incorrere in quel che si è palesato come un atto di abuso nei confronti non solo dei lavoratori dello stesso Ente ma all'immagine istituzionale e del ruolo del presidente nonché dell’organo di consiglio comunale".

"Non ultimo rileviamo, che alla seconda carica istituzionale dell'Ente il Sindaco avrebbe inteso riconoscere il ruolo di “semplici coordinatori dei consiglieri comunali” ledendo non solo la funzione ma anche la dignità normativa dell’organo secondo coerenti indicazioni normative nazionali, regionali e non ultime statutarie e regolamentari", conclude la nota.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mascali, la solidarietà al presidente del consiglio comunale dopo lo "scontro" con il sindaco

CataniaToday è in caricamento