Sicurezza stradale, Anastasi: "Un morto al giorno, intervenga il Prefetto"

Il consigliere Sebastiano Anastasi di Grande Catania lancia l'allarme in Consiglio comunale ma chiede l'intervento del Governo: "Una scia di sangue, ogni giorno, nelle nostre strade. Servono controlli ferrei. Da motociclista ho paura ad uscire per strada"

Una "lunga scia di sangue", queste le parole utilizzate dal consigliere comunale Sebastiano Anastasi (Grande Catania) per definire gli ultimi, drammatici, eventi che hanno portato alla morte di diverse persone lungo le strade di Catania. Ragazzi, anche giovanissimi, come i cugini che hanno perso la vita in via Palermo, che ogni giorno sono vittime di incidenti stradali. Un fenomeno sempre meno sporadico, arrivato ormai a livelli allarmanti, tanto da tornare al centro dell'agenda politica cittadina attraverso un'interpellanza con la quale Anastasi ha richiesto l'intervento del Prefetto Claudio Sammartino. 

"Non si tratta più di qualche caso episodico - spiega il consigliere a CataniaToday - Leggendo le pagine dei quotidiani on-line, come il vostro, ogni giorno assistiamo inermi a notizie di questo genere. Regole non rispettate, distrazioni, colpi di sonno, persone ferite per aver letto la chat sul cellulare o per altri futili motivi. Siamo davanti ad un disastro che non può lasciarci assuefatti". "In questi giorni - aggiunge Anastasi - in conferenza dei capogruppo, abbiamo convoncato il comandante della Polizia Municipale Alessandro Sorbino per avere un report sulla situazione e qualche risposta. La sua risposta, tuttavia, è sempre la stessa: il personale per intensificare i controlli non è sufficiente".

"Per questo motivo - chiarisce - ho chiesto al sindaco Pogliese di convocare il Comitato per la Pubblica Sicurezza in Prefettura e di sollevare il problema dell'alta velocità. La soluzione, del resto, non può che essere quella di intensificare i controlli attraverso azioni mirate: servono posti di blocco e volanti dotate di alcol e drug test. Dobbiamo dare una risposta alle tante famiglie che in questi mesi hanno, purtroppo, perso i loro cari ma anche a tutte quelle che, ogni giorno, attendono spaventate che i propri figli tornino a casa con i loro mezzo a due ruote".

Potrebbe interessarti

  • Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

  • Emorroidi: cause, rimedi e prevenzione

  • Sbornia: cause, sintomi e rimedi

I più letti della settimana

  • Incidente stradale al villaggio Ippocampo, suv con sei minorenni capotta

  • "Hai mai fatto l'amore", la frase del romeno di 31 anni prima delle molestie: arrestato

  • Incidente stradale in tangenziale, auto pirata investe un motociclista e scappa

  • Topo d'appartamento preso dai "Falchi" in viale Mario Rapisardi

  • Sparatoria a Ucria, il presunto assassino è originario di Paternò

  • Inseguono autobus con una "moto ape" per aggredire autista: denunciati

Torna su
CataniaToday è in caricamento