Lunedì, 18 Ottobre 2021
Politica

Sisma Santo Stefano 2018, Drago: "Presentati emendamenti FdI alla Camera"

Senatrice Tiziana Drago “Gli interventi introducono un’accelerazione all’iter, eliminano disparità di trattamento nelle aree danneggiate. Obiettivo finale, un’organica Legge-quadro”

“Gli emendamenti al decreto Infrastrutture presentati da FdI alla Camera dei Deputati risultano determinanti per affrontare anche la ricostruzione dei 9 comuni della provincia di Catania colpiti dal sisma di Santo Stefano, del 26 dicembre 2018, perché applicano la normativa nazionale (decreto Legnini) anche in Sicilia”. A dichiararlo, è la senatrice di FdI Tiziana Drago, commentando gli emendamenti presentati nei giorni scorsi dai deputati Varchi, Trancassini, Prisco, che contengono anche alcune fondamentali indicazioni sottoposti dalla parlamentare siciliana. “Sono 3 gli emendamenti al decreto che riguardano gli interventi sulle strutture commissariali su tutto il territorio italiano che gestiscono gli eventi calamitosi – spiega la senatrice Drago – il primo si riferisce all’aggiunta all’art 16 della proroga dal 31 dicembre 2021 al 31 dicembre 2024 dello stato di emergenza in conseguenza dell'evento sismico che ha colpito il territorio dei Comuni etnei Aci Bonaccorsi, Aci Catena, Aci Sant'Antonio, Acireale, Milo, Santa Venerina, Trecastagni, Viagrande e Zafferana Etnea; il secondo, della proroga del Commissario straordinario di Catania al 31 dicembre 2023 e dell’estensione della normativa nazionale dei poteri straordinari per gli interventi e le opere urgenti e di particolare criticità, esercitabili in deroga a ogni disposizione di legge; infine, sempre all’art 16 introduce l’impegno per i Commissari straordinari di redigere un cronoprogramma triennale degli interventi previsti e degli impegni di spesa programmati, con relazione a consuntivo a cadenza annuale sullo stato di avanzamento e la realizzazione degli stessi interventi, in modo da introdurre più efficienti parametri di valutazione”. “Ciò consentirà da un lato di velocizzare l’iter per la realizzazione delle opere, dall’altro di agevolare i residenti nelle sospensione di tributi e mutui – sottolinea Tiziana Drago – in generale, di adottare un modus operandi uguale su tutto il territorio nazionale, senza che ci siano penalizzazioni di natura geografica o di valutazione discrezionale su quali eventi calamitosi ritenere applicabile una via emergenziale, eliminano ogni disparità di trattamento sia per i territori che per i terremotati”. “In virtù di questo percorso avviato – conclude la parlamentare di FdI– l’obiettivo finale auspicabile sarà quello realizzare un’organica legge-quadro che possa modernizzare ogni procedura emergenziale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sisma Santo Stefano 2018, Drago: "Presentati emendamenti FdI alla Camera"

CataniaToday è in caricamento