Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Catania nel piatto Via Umberto / Via Santa Filomena, 12

Filetti di capone mediterraneo a km zero

Una ricetta semplice e veloce a kilometro zero, per restare fedeli alla politica dei piccoli spostamenti tra mercato e cucina e preparare un ottimo Capone mediterraneo.

In giro per la “Fera o luni” di Catania - con il solito passaggio da Nitto, pescivendolo di fiducia- la scelta è ricaduta sul capone. “U capuni” o lampuga è un pesce che vive raggruppato in branchi, lontano dalla costa. Di carattere molto aggressivo si ciba di qualsiasi tipo di pesce si trovi a galla o a mezz’acqua: sardine, sgombri, acciughe, ecc. Il prezzo è molto popolare e ne scegliamo uno di medie dimensioni, circa 800 grammi, lo facciamo sfilettare, sistemare, ricavandone due sodi e nettissimi filetti.

Ora andiamo alla ricerca degli altri ingredienti. Pomodorini di Pachino, dolcissimi e generosi; olive verdi e nere condite o meglio ancora “cunsate” con olio, peperoncino, prezzemolo e accompagnate da una coloratissima giardiniera di verdure; capperi di Pantelleria sotto sale, un vero regalo che la natura ci offre.

Ricetta Capone mediterraneo

Tagliamo una decina di pomodorini a metà, aggiungiamo un ciuffetto di basilico, prezzemolo e timo, dissaliamo un  cucchiaio di capperi. Lasciamo insaporire sui due lati i filetti di capone ed aggiungiamo, in ordine, i pomodorini e dopo un paio di minuti, le olive ed i capperi.

capone 11-2

Procediamo mettendo in tegame dell’olio extra vergine di oliva, uno spicchio d’aglio e il ciuffetto aromatico, facciamo scaldare ed aggiungiamo i filetti di pesce adagiandoli dapprima dal lato della pelle, saliamo e pepiamo.

Lasciamo insaporire sui due lati ed aggiungiamo in ordine i pomodorini e dopo un paio di minuti, le olive ed i capperi.

capone 13-2

 

Il segreto del piatto, come del resto di ogni ricetta che vede protagonista il pesce, è una cottura veloce ed essenziale, basta che il capone si insaporisca e leghi con gli ingredienti per pochi minuti, preservandone così la morbidezza e la consistenza delle carni e la fragranza dei pomodorini e delle olive. A questo punto impiattiamo e … si mangia!

capone 14-2

Accompagniamo questo piatto, con un ottimo Etna Rosso Doc, non troppo strutturato (anch’esso frutto prezioso della terra vulcanica ed espressione d’eccellenza del nostro Kilometro zero) e tenuto per l’occasione ad una temperatura di servizio più bassa del normale. E statene certi, di chilometri, per lo meno con il gusto, ne percorrerete di parecchi! Buon appetito a tutti ed alla prossima.

capone 15-2

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Filetti di capone mediterraneo a km zero

CataniaToday è in caricamento