Domenica, 25 Luglio 2021
Scuola

Uno studente catanese rappresenterà la Sicilia alle Olimpiadi di Filosofia

Michele si è classificato primo a livello regionale a pari punteggio con uno studente di AlcamoUn

Sarà Michele Specchiale, 18enne studente catanese del San Francesco di Sales, a rappresentare la Sicilia nella fase finale delle Olimpiadi di Filosofia. Michele si è classificato primo a livello regionale a pari punteggio con uno studente di Alcamo ed entrambi si preparano per questo importante appuntamento che si svolgerà a fine aprile. Le Olimpiadi di Filosofia sono promosse ogni anno dal Ministero dell’Istruzione, di concerto con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, gli uffici scolastici regionali, la società filosofica Italiana, l’associazione di promozione sociale Philolympia. La competizione è inserita nel programma annuale di valorizzazione delle eccellenze del Ministero dell’Istruzione. Le Olimpiadi di Filosofia sono rivolte agli studenti della scuola secondaria di secondo grado, statale e paritaria, delle scuole italiane all’estero, statali e paritarie, delle sezioni italiane presso le scuole straniere e internazionali, comprese le scuole europee, al fine di promuovere, incoraggiare e sostenere le potenzialità didattiche e formative della filosofia.

Prima di approdare alla fase finale, Michele Specchiale ha dovuto superare diverse prove prima a livello d’Istituto e poi a livello regionale classificandosi per la Sicilia al primo posto con un elaborato in lingua straniera, nello specifico un saggio filosofico, valutato da una commissione regionale di esperti in filosofia e lingua straniera. Oltre a Michele Specchiale, alle fasi regionali hanno partecipato altri studenti del Liceo Don Bosco: Alessia Scionti, Grace Giammello, Elena Amici; proprio Elena si è classificata terza a livello regionale ma il regolamento prevede che alla fase finale approdino per l’appunto solo i primi due di ciascun sezione (lingua italiana e lingua straniera) per ogni regione. “I nostri allievi - accompagnati dalla professoressa Linda Dierna - hanno dimostrato padronanza della disciplina, capacità di attualizzare un pensiero filosofico e di rielaborarlo in modo critico. Lo studio attento e appassionato della filosofia, accompagnato da una eccellente conoscenza della lingua straniera, diventano strumento e occasione di espressione di una generazione che si pone in continuità col passato ma che guarda con nuovi occhi il futuro”, ha dichiarato il preside della scuola Don Enzo Timpano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uno studente catanese rappresenterà la Sicilia alle Olimpiadi di Filosofia

CataniaToday è in caricamento