Si sblocca l'iter per il depuratore di Scordia e Militello

La Regione Siciliana è quella che in Europa paga più infrazioni a Bruxelles per via delle inadempienze sul fronte della depurazione delle acque

Il deputato del Movimento 5 Stelle alla Camera Eugenio Saitta ha incontrato il commissario straordinario unico per la depurazione Enrico Rolle. Si è trattato di un incontro per fare il punto sull’iter di due importanti interventi: l’adeguamento dell’impianto di depurazione di Scordia e la contestuale realizzazione del collettore fognario da Militello a impianto di depurazione di Scordia. “La Regione Siciliana – spiega Saitta – è quella che in Europa paga più infrazioni a Bruxelles per via delle inadempienze sul fronte della depurazione delle acque. Il depuratore di Scordia ha rappresentato una delle tante e inaccettabili incompiute. Dal 2006 in poi non si è mosso nulla, tanto che pur avendo I fondi europei a disposizione si è arrivati, per le inadempienze, al commissariamento”.

“Inadempienze che pagano i cittadini. Abbiamo, quindi, con tutti I portavoce del Movimento spinto all’avvio dell’opere che pur dovendo ripartire nel 2017 si sono nuovamente arenate a causa della burocrazia. Così i cittadini di Scordia e di Militello hanno avuto sinora strutture obsolete, fatiscenti e non hanno potuto utilizzare le acque per uso agricolo”, aggiunge Saitta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Dall’incontro cordiale con il commissario Rolle finalmente apprendiamo con soddisfazione che l’iter si è finalmente sbloccato e in una recente riunione con I sindaci delle due città sono stati illustrati i termini del progetto. Infatti sono state svolte le procedure di gara ed è stato definito un cronoprogramma per le due opere che dovrebbero concludersi nel luglio del 2021”. “Così si porrà fine allo scempio della malapolitica e alla vergogna della classe dirigente siciliana che non riesce a spendere I fondi europei e a realizzare opere indispensabili per il territorio. Ringraziamo per il lavoro svolto il commissario straordinario e continueremo a monitorare le procedure affinché il cronoprogramma possa essere rispettato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparatoria in viale Grimaldi, coinvolte almeno sei persone: due i morti

  • Sparatoria in viale Grimaldi, si scava nel mondo della droga per cercare il movente

  • Coronavirus, Musumeci firma nuova ordinanza: cosa cambia adesso in Sicilia

  • Sangue in Corso Sicilia: accoltellato un uomo, residenti esasperati

  • Covid, Musumeci: "Mascherine obbligatorie anche all'esterno senza la distanza di un metro"

  • Incidente mortale a Trecastagni, perde la vita un minorenne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento