Amt, dopo Pasqua atteso vertice tra Regione e sindacati per risanare azienda

I rappresentanti sindacali hanno sottolineato come in sede aziendale si riaprirà una discussione sui problemi interni ed a breve si avranno notizie certe per il pagamento dello stipendio

"Subito dopo Pasqua promuoverò un incontro tra Amt, comune, regione e sindacati nel corso del quale discuteremo della situazione finanziaria dell'azienda con l'assessore regionale ai Trasporti Giovanni Pistorio sulla base del documento che sarà approntato dal presidente Lungaro e dal direttore Barbarino. Lo stesso faremo con i deputati regionali catanesi".

Lo ha detto il sindaco di Catania Enzo Bianco dopo aver incontrato nella sala giunta di palazzo degli elefanti i segretari di categoria dell'Amt Alessandro Grasso (Filt Cgil), Mauro Torrisi (Fit Cisl), Franco Di Guardo (Uil Trasporti), Romualdo Moschella (Faisa-Cisal) e Giuseppe Scannella (Ugl Trasporti). Al confronto erano presenti inoltre Carlo Lungaro e Antonio Barbarino per l'Amt, l'assessore comunale al Bilancio Giuseppe Girlando e il consulente del Sindaco per i rapporti istituzionali Francesco Marano.

"Dopo aver esposto - hanno sottolineato i rappresentanti delle cinque sigle sindacali - le preoccupazioni sul futuro dell'azienda, le organizzazioni sindacali hanno accettato le iniziative che da subito si intraprenderanno per il rilancio dell'Amt stessa, fissando un primo incontro con l'Assessore regionale Pistorio e coinvolgendo tutti i deputati regionali catanesi". I rappresentanti sindacali hanno sottolineato come in sede aziendale si riaprirà una discussione sui problemi interni ed a breve si avranno notizie certe per il pagamento dello stipendio del mese di marzo. Inoltre é stata evidenziata la grande sintonia con l'amministrazione per la disponibilità al dialogo e per la capacità di analizzare le criticità dell'Amt.

Queste sono state individuate principalmente negli obiettivi chilometrici e nella loro certificazione mentre alla Regione é stata chiesta un'attenzione maggiore al comparto pubblico. L'ipotesi di obiettivo chilometrico espressa dal presidente Lungaro è stata quella di nove milioni di chilometri all'anno. A preoccupare i sindacati è comunque la situazione economico-finanziaria contingente, causata, come è stato sottolineato nel corso dell'incontro, anche da ritardi nella trasformazione in spa causati dalla passata gestione e che rischia di pesare sul futuro dell'Azienda.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento