Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Amt, dopo Pasqua atteso vertice tra Regione e sindacati per risanare azienda

I rappresentanti sindacali hanno sottolineato come in sede aziendale si riaprirà una discussione sui problemi interni ed a breve si avranno notizie certe per il pagamento dello stipendio

"Subito dopo Pasqua promuoverò un incontro tra Amt, comune, regione e sindacati nel corso del quale discuteremo della situazione finanziaria dell'azienda con l'assessore regionale ai Trasporti Giovanni Pistorio sulla base del documento che sarà approntato dal presidente Lungaro e dal direttore Barbarino. Lo stesso faremo con i deputati regionali catanesi".

Lo ha detto il sindaco di Catania Enzo Bianco dopo aver incontrato nella sala giunta di palazzo degli elefanti i segretari di categoria dell'Amt Alessandro Grasso (Filt Cgil), Mauro Torrisi (Fit Cisl), Franco Di Guardo (Uil Trasporti), Romualdo Moschella (Faisa-Cisal) e Giuseppe Scannella (Ugl Trasporti). Al confronto erano presenti inoltre Carlo Lungaro e Antonio Barbarino per l'Amt, l'assessore comunale al Bilancio Giuseppe Girlando e il consulente del Sindaco per i rapporti istituzionali Francesco Marano.

"Dopo aver esposto - hanno sottolineato i rappresentanti delle cinque sigle sindacali - le preoccupazioni sul futuro dell'azienda, le organizzazioni sindacali hanno accettato le iniziative che da subito si intraprenderanno per il rilancio dell'Amt stessa, fissando un primo incontro con l'Assessore regionale Pistorio e coinvolgendo tutti i deputati regionali catanesi". I rappresentanti sindacali hanno sottolineato come in sede aziendale si riaprirà una discussione sui problemi interni ed a breve si avranno notizie certe per il pagamento dello stipendio del mese di marzo. Inoltre é stata evidenziata la grande sintonia con l'amministrazione per la disponibilità al dialogo e per la capacità di analizzare le criticità dell'Amt.

Queste sono state individuate principalmente negli obiettivi chilometrici e nella loro certificazione mentre alla Regione é stata chiesta un'attenzione maggiore al comparto pubblico. L'ipotesi di obiettivo chilometrico espressa dal presidente Lungaro è stata quella di nove milioni di chilometri all'anno. A preoccupare i sindacati è comunque la situazione economico-finanziaria contingente, causata, come è stato sottolineato nel corso dell'incontro, anche da ritardi nella trasformazione in spa causati dalla passata gestione e che rischia di pesare sul futuro dell'Azienda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amt, dopo Pasqua atteso vertice tra Regione e sindacati per risanare azienda

CataniaToday è in caricamento