Area Marina Protetta “Isole Ciclopi” di Acitrezza: recupero reti abbandonate

Questa mattina, sono state recuperate reti di grandi dimensioni nei fondali posti dietro il Faraglione grande dell'Area Marina Protetta "Isole Ciclopi" di Acitrezza

Questa mattina si sono effettuate operazioni di recupero di reti abbandonate sui fondali dell’Area Marina Protetta “Isole Ciclopi” di Acitrezza. Grazie ai volontari subacquei dell’Associazione “Pro Natura Mare Nostrum” presieduta da e con l’assistenza dell’AMP, sono state recuperate reti di grandi dimensioni nei fondali posti dietro il Faraglione grande .

“Ringrazio i volontari che hanno reso possibile il recupero delle reti abbandonateha affermato il primo cittadino rivierasco, Drago- perché la loro esperienza è stata determinante in una zona in cui i fondali sono particolarmente profondi ed il recupero delle reti abbandonatI risulta difficoltoso”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

.recupero reti in fondale AMP-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aveva preso due aerei ed un taxi per tornare in Sicilia: morta 73enne

  • Coronavirus, ordinare a domicilio: la lista delle attività a Catania

  • Fanno la spesa, ma non possono pagare: due cittadini identificati

  • "A casa con febbre e tosse, ma nessun tampone", il racconto di un giornalista di CataniaToday

  • Coronavirus, al Garibaldi già dieci guariti con la terapia "combinata"

  • I casi positivi nella provincia di Catania sono 453 ( + 48): aumentano i ricoverati

Torna su
CataniaToday è in caricamento