Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Arrestato latitante, aveva distrutto barriera telepass in provincia di Arezzo

Pietro Denis Germanà Nucifora è adesso in carcere, la sua compagna indagata per simulazione di reato

La polizia ha tratto in arresto Pietro Denis Germanà Nucifora (del 1990), pregiudicato, latitante, destinatario di un ordine di carcerazione, emesso in data 18 febbraio 2019 dalla Procura della Repubblica di Padova, a seguito del decreto dell’Ufficio di Sorveglianza di Messina che ha disposto la sospensione provvisoria dell’affidamento al servizio sociale, e la conseguente detenzione in carcere che dovrà scontare fino al settembre del 2022.

All’alba di oggi, personale della squadra "Catturandi" e del commissariato di Librino, in collaborazione con la squadra mobile di Padova, ha rintracciato il predetto all’interno di un’abitazione sita nel rione di San Cristoforo; Germanà Nucifora dopo un tentativo di fuga attraverso i tetti dello stabile, è stato bloccato dal personale che aveva preventivamente cinturato la zona.

Tutto ha inizio in data 22 febbraio 2019, quando delle pattuglie della polizia stradale dislocate lungo l’autostrada A1, in territorio del comune di Arezzo, hanno intercettato un’autovettura Volkswagen Golf, con a bordo il predetto Germanà Nucifora e la compagna, che procedendo a velocità sostenuta all’uscita autostradale di Monte San Savino (AR), ha impattato contro il guard rail, sfondando la barriera telepass e facendo perdere le proprie tracce nell’abitato del citato comune. La donna, qualche giorno dopo, presso gli uffici del commissariato di Librino ha denunciato il furto dell’autovettura Volkswagen Golf e per tale ragione è stata indagata per simulazione di reato. Espletate le formalità di rito, Germanà Nucifora è stato associato presso la casa circondariale di Catania a  piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato latitante, aveva distrutto barriera telepass in provincia di Arezzo

CataniaToday è in caricamento