Due arresti della squadra mobile per spaccio e detenzione di armi

La polizia ha arrestato Giovanni Idonea, pregiudicato e Santo Burgio, perché responsabili, in concorso tra loro, dei reati di detenzione ai fini di spaccio di cocaina e detenzione illegale di arma clandestina e relativo munizionamento

La polizia ha arrestato Giovanni Idonea, classe ‘97, pregiudicato e Santo Burgio, classe ’75 perché responsabili, in concorso tra loro, dei reati di detenzione ai fini di spaccio di cocaina e detenzione illegale di arma clandestina e relativo munizionamento. Nella serata di domenica 17 novembre, personale della squadra mobile – sezione contrasto al crimine diffuso, a seguito di attività info-investigativa, ha deciso di sottoporre a controllo Giovanni Idonea il quale era stato notato mentre usciva velocemente da un portone nel quartiere San Cristoforo. Il soggetto in questione ha manifestato immediatamente vistosi segni di nervosismo e insofferenza al controllo di polizia. Il personale della sezione “Falchi” ha quindi notato un rigonfiamento sospetto negli indumenti dell’uomo e ha chiesto all’uomo cosa stesse occultando. Idonea, oramai scoperto, ha deciso di consegnare agli operatori della squadra mobile due “panetti”, confezionati sottovuoto, di cocaina per un peso complessivo di 260 grammi. Successivamente è stata eseguita una perquisizione domiciliare all’interno dell’appartamento, risultato in uso a Burgio, dal quale era stato visto uscire Idonea. All’interno di un borsello contenente i documenti dI Burgio, sono stati trovati anche una pistola, calibro 22, con matricola abrasa e 4 cartucce nonché 4500 euro in contanti. I due soggetti sono dunque stati tratti in arresto e sono stati associati alla casa circondariale di Piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento