Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Aveva trasformato la sala giochi in una bisca, denunciato il gestore

Il responsabile della salagiochi aveva installato e reso funzionanti 6 videopoker dotati di schede elettroniche c.d. "Multigioco" che consentivano di visualizzare "poker", "slot-machine", "roulette" e "baccarat"

Ieri sera, 24 luglio, personale della Squadra Amministrativa della Divisione P.A.S.I. della Questura di Catania ha controllato una centralissima sala-giochi. E' stato così accertato che il responsabile aveva installato e reso funzionanti 6 videopoker dotati di schede elettroniche c.d. “Multigioco” che consentivano di visualizzare, oltre al gioco del “poker”, quelli delle “slot-machine”, della “roulette” e del “baccarat”.

Gli stessi apparecchi risultavano privi di N.O. dell’A.A.M.S. ed inoltre, per eludere l’erario, non erano stati collegati telematicamente con l' Azienda (640 del C.P. punto 1); in più, venivano attivati dai giocatori mediante introduzione di banconote da euro 5-10-20-50 nell’apposito lettore ottico. Tali apparecchi, in caso di spegnimento, potevano essere riattivati solamente dopo digitazione di una password con scheda dotata di microchip.

Infine, è stata trovata intento a giocare con uno dei videopoker in questione una persona di anni 65 la quale, rivolgendosi ai poliziotti che procedevano al sequestro degli apparecchi elettronici, diceva: “Giusto ora che vincevo 60 euro”.

Il gestore, quindi, aveva trasformato la sala giochi in una “bisca” all’interno della quale veniva praticato il gioco d’azzardo. Sono stati, pertanto, sequestrati i 6 videogiochi nonché l’immobile costituente la sala giochi e deferito il gestore medesimo all’A.G.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aveva trasformato la sala giochi in una bisca, denunciato il gestore

CataniaToday è in caricamento