Buche stradali a San Giovanni Galermo, gli interventi tampone non bastano

Le principali porte d’ingresso al quartiere di San Giovanni Galermo sono ridotte a mulattiere

“A.A.A. manto stradale cercasi”. Un ampio tratto di Largo Lilibeo e la parte nord di via Galermo sono "infestati" dalle buche stradali ed il rischio incidenti è molto alto per auto, camion e scooter.

"Alcune delle principali porte d’ingresso al quartiere di San Giovanni Galermo sono ridotte a mulattiere a causa di una sistematica assenza di interventi di manutenzione straordinaria". Lo denuncia il vice presidente della IV circoscrizione Giuseppe Zingale, che insieme al consigliere Santo Arena, ha fatto decine di richieste all’amministrazione comunale.

"Ad aumentare i rischi - continua Zingale -c’è pure la presenza di decine di negozi in zona che rendono queste strade sempre molto trafficate. Non solo, Largo Lilibeo e via Galermo rappresentano arterie quasi obbligatorie per migliaia di pendolari che devono raggiungere il centro di Catania. A completare il quadro, ci sono pure le uscite autostradali per Messina, Siracusa e Palermo. Le ultime “opere-spot” fatte con l’impiego dell’asfalto a freddo non sono servite assolutamente a nulla perché la continua usura, dovuta al passaggio delle due e quattro ruote, oltre al maltempo, hanno fatto sparire il catrame lasciando le strade al loro stato di originario degrado. Capitolo a parte spetta alla necessità di potenziare sulla zona nord di via Galermo e nel Largo Lilibeo la segnaletica stradale orizzontale e verticale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento