Sversano sostanze nocive nel terreno: sequestrati due autolavaggi

Il primo, in via Dell’Autonomia a Gravina di Catania, ed il secondo in via Delle Sciare a San Giovanni La Punta

Controlli sugli illeciti ambientali condotti dai carabinieri di Gravina di Catania che, coadiuvati dai colleghi del Noe, hanno visionato numerosi autolavaggi, riuscendo a scovarne due in totale assenza di atti autorizzativi.

Il primo, in via Dell’Autonomia a Gravina di Catania, ed il secondo in via Delle Sciare a San Giovanni La Punta. Nel corso dei controlli i militari hanno accertato che in ambedue autolavaggi si smaltivano illegalmente le acque reflue industriali ed i fanghi prodotti dalle lavorazioni direttamente nei terreni – vicini alle civili abitazioni - con pericolo di inquinamento delle falde acquifere.

Riscontrate così gravi violazioni delle normative ambientali, riguardanti sia la conduzione che lo smaltimento dei rifiuti speciali prodotti. I carabinieri hanno così proceduto al sequestro degli impianti e alla denuncia dei due titolari, un 30enne di Gravina di Catania ed una 55enne di San Giovanni La Punta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, nuova ordinanza regionale: ecco le restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

  • Le misure restrittive fino al 31 gennaio per le "zone rosse" della provincia etnea

Torna su
CataniaToday è in caricamento