Controlli della guardia di finanza: sanzioni per un runner recidivo e 3 pescatori di frodo

Sono 784 le persone e 272 gli esercizi commerciali controllati nel periodo Pasquale dalla Guardia di finanza di Catania, con oltre 400 militari in azione, che ha elevato 83 sanzioni

Nel corso del periodo pasquale, le Fiamme Gialle etnee hanno partecipato con oltre 400 uomini al servizio di controllo interforze coordinato dalla Questura, verificando che i 784 cittadini trovati fuori dalle proprie abitazioni avessero comprovate esigenze o motivi urgenti e che i 272 esercizi commerciali fossero autorizzati all'apertura al pubblico. Sono state elevate 83 sanzioni amministrative e denunciate tre persone per pesca di frodo.

In particolare, le pattuglie dei finanzieri si sono dislocate nei principali snodi stradali della Provincia per intercettare gli eventuali flussi di persone verso le località marinare o le falde dell'Etna, coadiuvate dal cielo dagli elicotteri e dal mare dalle motovedette del Corpo.

3-3-25

"In 83 circostanze le persone controllate hanno addotto futili o falsi motivi, in alcuni casi addirittura paradossali - raccontano le Fiamme gialle- E il caso di coloro i quali dovevano recarsi in banca e alla posta per fare delle operazioni finanziarie urgenti la domenica di Pasqua o il lunedì di Pasquetta". Numerosi i cittadini usciti dalle proprie abitazioni per prendere un po' di sole in scogliera o per fare una piacevole passeggiata lungo la costa, visto il bel tempo di questi giorni e la prolungata quarantena, così come sono stati sanzionati molti invitati alle grigliate organizzate presso amici e familiari. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La sorveglianza aerea

Singolare la circostanza del runner recidivo, ovvero del cittadino sanzionato per la seconda volta in pochi giorni dai finanzieri perché trovato nuovamente a fare attività ginnica sul lungomare, ma emblematica la vicenda che ha visto coinvolto tre cittadini romeni. Costoro sono stati trovati a bordo della propria autovettura, sprovvista di copertura assicurativa, mentre facevano ritorno da una fruttuosa giornata di pesca presso la riserva Oasi del Simeto. Sequestrata l'autovettura e 20 kg di pesce, donato poi in beneficenza dopo i rituali controlli sanitari, mentre i tre soggetti sono stati denunciati per pesca di frodo e danneggiamento di area naturale protetta.  "E bene poi sottolineare il positivo ruolo sociale svolto in questo difficile momento dalle Fiamme Gialle in congedo. Dall'inizio della pandemia, i soci dell'Associazione Nazionale Finanzieri di Paternò assistono gli anziani ed i bisognosi di quel Comune, consegnando spesa e medicinali a domicilio soprattutto alle persone in difficoltà segnalate dai Servizi Sociali", spiega la guardia di finanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento