Coronavirus, Razza: "Idea di una nave ospedale in Sicilia e piano di assunzioni straordinario"

"Vogliamo mettere in campo tutti gli sforzi indispensabili", ha dichiarato l'assessore Razza che ha anche confermato il numero dei 20 mila in fuga dal Nord e registrati nel portale della Regione siciliana

"Vogliamo mettere in campo tutti gli sforzi indispensabili: il presidente Musumeci presiederà la giunta di Governo, che prenderà decisioni importanti: prima tra tutte, l'adozione di un atto di indirizzo per la realizzazione dei Covid hospital in Sicilia, totalmente dedicati a gestire l'emergenza. Ci siamo preparati alla fase A, stiamo individuando la fase B, ma ci stiamo mettendo in campo a preparare uno scenario più possibile vicino a quello delle regioni del Nord". A dirlo è l'assessore alla Salute della Regione siciliana, Ruggero Razza.

Superati i 20 mila registrati nel portale della Regione siciliana

Un numero che testimonia la grande fuga in pochi giorni dalle zone più a rischio del nord. "Oltre 8 mila provengono dalla Lombardia - ha confermato Razza - quasi 6 mila dalla provincia di Milano. E il 50% dei registrati sono compresi nella fascia d'età tra i 20 e 30 anni. E' stato importante il rispetto di questa richiesta di registrazione, ma dico a loro di stare a casa".

Idea di una nave ospedale in Sicilia

"C'è stata data la disponibilità anche di una nave ospedale ed è una delle ipotesi in campo. Nel frattempo stiamo portando avanti un piano che riguarda le strutture sanitarie con ospedali che si stanno convertendo alle attuali esigenze. Entro una settimana arriveremo a mille posti letto dedicati". Lo ha detto l'assessore alla Salute della Regione siciliana, Ruggero Razza, intervenendo ad Agora su RaiTre. E ha aggiunto: "C'e' poi il grande tema delle terapie intensive. Serve un cronoprogramma preciso sulle consegne dei dispositivi di protezione individuale. Abbiamo bisogno di informazioni e di un'equa distribuzione dei dispositivi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Grande piano di assunzioni straordinario

"Vareremo un grande piano di assunzioni straordinario che tutte le aziende sono state autorizzate a compiere". "L'Asp di Palermo è incaricata di svolgere la selezione di infermieri e Oss, l'Azienda di Messina dei medici, il Cannizzaro di Catania l'acquisto di strumentazioni necessarie per tutta la regione - aggiunge -. Poi tutti gli altri lavorano assieme, così si crea una squadra: nei momenti difficili non vale l'individualismo ma la squadra, lo stanno comprendendo tutti". "Il sistema sanitario sta dimostrando di riuscire in maniera importante. In Sicilia abbiamo liberato centinaia di posti letto, determinato un piano che consentirà alla Regione di avere 1.000 posti letto per poter eventualmente ricoverare pazienti con Coronavirus. Abbiamo riservato anche letti di terapia intensiva: nella sola città di Palermo, all'ospedale Civico, 18 posti liberi sono tutti integralmente dedicati, eventualmente, a pazienti colpiti da Coronavirus".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, nel mirino i "fedeli collaboratori" del clan Santapaola-Ercolano: 21 arresti

  • Incidente stradale a Paternò, scontro fra due mezzi pesanti: un morto

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • "Iddu" e "idda": il terrore di Giarre e Riposto, stroncata dai carabinieri la cupola di La Motta

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

  • Droga e mafia, altri 4 arresti nell’ambito dell’operazione "Overtrade"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento