rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca

Sono stati dimessi i quattro vigili del fuoco coinvolti nell'esplosione di via Abate

Erano stati ricoverati agli ospedali Garibaldi e Cannizzaro a seguito della deflagrazione avvenuta questa mattina al civico 7 della via a pochi passi da piazza Cavour: "Solo lievi ustioni ma la paura è stata tanta", fanno sapere dal comando provinciale

Sono stati dimessi quattro vigili del fuoco che erano stati ricoverati agli ospedali Garibaldi Centro e Cannizzaro di Catania, dopo avere riportato lievi ustioni, scoriazioni e contusioni a seguito della deflagrazione avvenuta questa mattina al civico 7 di via Carmelo Abate. I pompieri si erano recati sul posto per un sopralluogo dovuto alla segnalazione relativa a una fuga di gas.

Entrati nell'appartamento della palazzina sono stati coinvolti dall'esplosione derivante dalla miscela gas-aria. Come confermato dai carabinieri intervenuti sul posto, i feriti lievi sono sei. "Durante le operazioni di ricerca dell'origine della fuga, si è verificata l'esplosione che ha investito i quattro vigili del fuoco presenti all'interno dell'appartamento - comunica il comando provinciale dei vigili del fuco -, procurando delle ustioni di primo e secondo grado, delle escoriazioni e delle contusioni, con prognosi fino a 10 giorni".

Due si trovavano all'Ospedale Garibaldi Centro e gli altri all'Ospedale Cannizzaro di Catania, per le cure e gli accertamenti del caso. Questi ultimi hanno riportato ustioni di primo e secondo grado a volto e mani, uno anche un trauma al ginocchio. Entrati in codice giallo, sono stati sottoposti agli approfondimenti e alle medicazioni da parte degli specialisti. Gli altri solo qualche scoriazione. "Fortunatamente nulla di grave, ma la paura è stata tanta", fanno sapere dal comando provinciale dei vigili del fuoco. 

Quella di questa mattina non è la prima esplosione dovuta a una fuga di gas in cui a Catania sono rimasti coinvolti vigili del fuoco. Oggi i feriti sono stati quattro ma il 20 marzo del 2018 le conseguenze furono più pesanti con due morti e due feriti solamente tra i pompieri a causa di una esplosione di un locale al piano terra di una palazzina che provocò anche la morte di un anziano, Giuseppe Longo, di 75 anni, che potrebbe avere causato la deflagrazione nell'intento di suicidarsi. In quella occasione persero la vita Dario Ambiamonte e Giorgio Grammatico e rimasero feriti altri due pompieri, Marcello Tavormina, di 54 anni, e Giuseppe Cannavò, di 36. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sono stati dimessi i quattro vigili del fuoco coinvolti nell'esplosione di via Abate

CataniaToday è in caricamento