Fontanarossa, Etihad-Alitalia potenzieranno le tratte su Catania: pronto il volo per Abu Dhabi

Lo scalo diretto con Abu Dhabi permetterà più facilmente di raggiungere poi tutte le grandi capitali del mondo, in particolare con l'Oriente, consentendo alla Sicilia di essere un punto di riferimento nel Mediterraneo

"Catania e la Sicilia saranno una porta per l'Oriente. L'amministratore delegato di Alitalia Del Torchio mi ha confermato l'intenzione di Etihad e Alitalia di investire su Catania, unico aeroporto del Mezzogiorno con nuove tratte internazionali, a partire dal volo Abu Dhabi-Catania che apre grandi prospettive per il futuro". Lo afferma il sindaco di Catania Enzo Bianco.

"Ho espresso a Del Torchio, già in visita a Catania a Palazzo degli Elefanti lo scorso agosto - prosegue -, le mie congratulazioni per la trattativa conclusa tra le due compagnie aeree, che rappresenta per il trasporto aereo italiano non solo il mantenimento di tratte importanti ma la possibilita' di un vero potenziamento nel medio periodo".

Lo scalo diretto con Abu Dhabi permetterà più facilmente di raggiungere poi tutte le grandi capitali del mondo, in particolare con l'Oriente, consentendo alla Sicilia di essere un punto di riferimento nel Mediterraneo. "Una buona notizia - conclude Bianco - per il distretto del Sud Est e per tutta la Sicilia. L'incremento dei collegamenti nazionali ed internazionali e' di ottimo auspicio per il nostro territorio ed il suo sviluppo turistico, commerciale ed economico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento