Fratelli d'Italia, il "Ritorno al Futuro" del movimento Avanguardia

La nota di Massimiliano Giammusso, sindaco di Gravina di Catania, a commento dell'evento che ha ufficializzato l'ingresso nel partito di Giorgia Meloni

L'arrivo di Giorgia Meloni a Catania ha sancito quello che da Massimiliano Giammusso - sindaco di Gravina di Catania e presidente del movimento politico culturale Avanguardia – è stato definito un “Ritorno al Futuro”. Una comunità politica che ha ritrovato unità sui valori e sulla condivisione del percorso che restituirà progettualità all'azione politica per il rilancio del territorio etneo. "Con l'ufficialità dell'ingresso in Fratelli d'Italia siamo pronti a scrivere una nuova pagina politica – ha commentato Massimiliano Giammusso – le dinamiche degli ultimi anni ci avevano consegnato una fase che sotto certi aspetti ha penalizzato le giovani generazioni, i militanti ma sopratutto la formazione di una classe dirigente che tenesse insieme l'esperienza sul campo e le nuove energie che operavano con impegno e passione per costruire radicamento sul territorio. Si tratta di un “Ritorno al Futuro” perché ritroviamo gli amici con cui abbiamo iniziato a fare politica e con i quali condividiamo da sempre valori e orizzonti culturali, ma ci proponiamo di progettare il futuro e lo sviluppo umano, sociale ed economico della nostro territorio. Scegliamo di aderire a un partito autenticamente conservatore che concretamente parla alle reali esigenze dei cittadini seguendo la traccia dei valori che contraddistinguono la nostra identità. Torniamo dunque a parlare di famiglia, di lavoro, di infrastrutture sulla base del “patriottismo municipale” richiamato da Guido Castelli, già sindaco di Ascoli Piceno e presidente della Fondazione Ifel per la finanza e l'economia locale. Il nostro punto di partenza è l'ottimo risultato del 10 % ottenuto a Gravina da Fratelli d'Italia alle scorse elezioni europee, che ci ha visti coinvolti nel sostegno a Giorgia Meloni, Raffaele Stancanelli e Luca Cannata che ufficialmente ha fatto ingresso in Fratelli d'Italia insieme alla sorella Rossana Cannata, deputata all'assemblea regionale siciliana. Ringrazio Basilio Catanoso e Salvo Pogliese per essere stati dei punti di riferimento insostituibili in questi anni difficili nella destra italiana".

"Gravina di Catania sarà una delle basi di questo radicamento nell'hinterland etneo – ha commentato Emanuele Mirabella, coordinatore cittadino di Fratelli d'Italia – una presenza testimoniata dai tantissimi riferimenti cittadini che partecipano alla vita politica della città che hanno deciso di aderire a Fratelli d'Italia, molti dei quali sono presenti all'interno dell'Istituzione comunale: a partire dagli assessori Patrizia Costa, Alfio Cannavò e Salvo Santonocito, il vicepresidente del Consiglio comunale Enzo Santoro; i consiglieri comunali Francesco Ferlito, Paolo Korye Franco Marcantonioe dai componenti dell'Ufficio di Gabinetto del sindaco Marco Rapisarda e Agata Viola".

"È importante sottolineare come questa rinnovata sfida politica non si riduce a una mera somma algebrica di capacità elettorali – ha specificato ancora il primo cittadino Massimiliano Giammusso – le nostre forze risiedono soprattutto nel coinvolgimento di tanti esponenti di Avanguardia, movimento politico culturale che presiedo, un laboratorio di partecipazione, dibattito e formazione delle classi dirigenti, presente anche in diverse parti della Sicilia orientale. Appartengono a questa realtà tra gli altri: Erio Buceti, presidente della IV municipalità di Catania, Bruno Spitaleri, consigliere del Comune di Pedara, Luca Scrofani, segretario politico del movimento, Dario Moscato consigliere d'amministrazione della Sidra. E ancora: Luca Sangiorgio e Carmelo Nicotra, consiglieri del Comune di Catania, Mario Privitera e Cesare Marzullo, già consiglieri rispettivamente della VI e IV circoscrizione di Catania, Maria Concetta Ginardi, consigliere della III circoscrizione di Catania; Fabio Savasta, consigliere del Comune di Mascalucia; Gaetano Agosta, consigliere del Comune di Vizzini; Orazio Scalia, consigliere del Comune di San Pietro Clarenza; Giovanni Rametta, consigliere del Comune di Avola; Pietro Formica, consigliere del Comune di Milazzo; Marco Sanfilippo, presidente del Consiglio comunale di Nicolosi; Andrea Maiorana già presidente provinciale Forza Italia Giovani. Al nostro movimento territoriale fanno riferimento inoltre le associazioni Alleanza Universitaria e Azione Universitaria Catania".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arresti a raffica della squadra mobile etnea

  • Premiate le 14 migliori pizze della Sicilia orientale

  • Dimentica di inserire il freno a mano, muore schiacciata dalla sua auto

  • Vedono la polizia e scappano a 150 chilometri orari, arrestati

  • Cinque arancini gourmet: le ricette della quinta edizione di Chicchi riso e uva di Sicilia

  • Bucato profumato? Come pulire la lavatrice

Torna su
CataniaToday è in caricamento