Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Funghi non commestibili in vendita al mercatino della domenica

Il reparto Annona della polizia municipale ha sequestrato una cassetta con 4 chilogrammi di funghi, la presenza degli abusivi è stata segnalata dalla Coldiretti

Grazie al controllo preventivo e al sequestro di una cassetta piena di funghi non commestibili, operati dal reparto Annona della Polizia Municipale, gravi intossicazioni alimentari sono state evitate a potenziali ignari compratori. I funghi erano stati messi in commercio da venditori abusivi in una zona vicina al mercatino domenicale di piazza Verga. Lo svolgimento di questa attività annonaria rientra tra le direttive date dal sindaco Salvo Pogliese ed eseguite su disposizione del comandante del corpo della Polizia municipale Stefano Sorbino e di quello del reparto Francesco Caccamo, per assicurare il controllo del territorio e quindi la sicurezza urbana contro microcriminalità, posteggiatori abusivi, abusi commerciali e contraffazione nei mercati e la sicurezza alimentare. Ed è stato appunto durante questa attività di controllo, che la pattuglia annonaria rilevava, vicino piazza Verga, alcuni venditori abusivi che avevano esposto su una panchina una cassetta di funghi di circa 4 chilogrammi. All’avvicinarsi degli ispettori, tutti i presenti negavano di esserne i proprietari. A quel punto la merce è stata sequestrata e portata nell’ispettorato micologico dell’Asp3 per i controlli di commestibilità e vendita.

E’ stato durante l’esame micologico da parte del dirigente sanitario all’igiene Giuseppe Rosa che è stata rilevata la presenza, tra gli altri, di una particolare specie di fungo noto per la sua particolare tossicità che può portare a gravi danni alla salute. I controlli della polizia municipale sono stati effettuati alla presenza dei vertici della Coldiretti che organizzano il mercatino e che avevano segnalato la presenza di abusivi.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Funghi non commestibili in vendita al mercatino della domenica

CataniaToday è in caricamento