Cronaca

Furti di idrocarburi in oleodotti, otto misure cautelari

I furti avvenivano negli oleodotti di collegamento tra la stazione di spinta "Nato", situata ad Augusta in contrada San Cusumano, e quella della base di Sigonella

Dall'alba, nelle province di Siracusa e Catania, circa 50 carabinieri del comando provinciale di Siracusa e della compagnia aeronautica militare di Sigonella, coadiuvati dal comando provinciale di Catania, stanno eseguendo misure cautelari nei confronti di otto persone ritenute responsabili di associazione per delinquere finalizzata ai reati di furto di idrocarburi e ricettazione. I furti avvenivano negli oleodotti di collegamento tra la stazione di spinta "Nato", situata ad Augusta in contrada San Cusumano, e quella della base di Sigonella, nonchè delle Raffinerie "Sasol Italy" di Augusta (Sr) e "Isab" di Priolo Gargallo (Sr). Le indagini sono coordinate dalla procura di Siracusa. L'operazione è stata denominata "Black gold

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti di idrocarburi in oleodotti, otto misure cautelari

CataniaToday è in caricamento