Cronaca

Csm: Giovanni Salvi è il nuovo procuratore di Catania, ma il plenum si spacca

Giovanni Salvi, già pm a Roma e ora sostituto pg in Cassazione, è il nuovo procuratore di Catania. I candidati per la poltrona erano Giuseppe Gennaro, Gianni Tinebra e Giovanni Salvi

Giovanni Salvi, già pm a Roma e ora sostituto pg in Cassazione, è il nuovo procuratore di Catania. I candidati per la poltrona erano Giuseppe Gennaro, Gianni Tinebra e Giovanni Salvi. Dopo vari slittamenti, ieri il Csm ha scelto. Salvi ha prevalso sugli altri due candidati, Giovanni Tinebra e Giuseppe Gennaro, ottenendo dal Plenum 13 voti al ballottaggio.

Alla prima votazione, infatti, nessuno dei tre candidati aveva ottenuto la maggioranza valida di voti: Salvi ne aveva ottenuto 10, Tinebra 8 e Gennaro 7. Al ballottaggio a favore di Salvi, di Magistratura democratica, che già aveva avuto i voti dei 6 consiglieri di area (Md più Movimento) dei due laici del Pd e del primo presidente e del procuratore generale della Cassazione, hanno votato anche il vicepresidente Michele Viettti e due consiglieri di Magistratura indipendente, Alessandro Pepe e Angelantonio Racanelli. Due sono stati i voti per Tinebra e 11 quelli a favore di Gennaro. Salvi, in magistratura dal 1979, è stato pretore a Monza, poi Sostituto procuratore presso il Tribunale di Roma per 10 anni e e anche componente della Dda, dal 2002 componente del Csm. Attualmente, da luglio 2007 è sostituto procuratore generale presso la Corte di Cassazione. Si è occupato di inchieste delicate tra cui quelle sulla strage di Ustica, sull'omicidio Pecorelli e di inchieste a carico dei Nar e delle Brigate rosse.
 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Csm: Giovanni Salvi è il nuovo procuratore di Catania, ma il plenum si spacca

CataniaToday è in caricamento