Scoperto un ristorante camuffato da associazione culturale

Era stata allestita la sala come un vero e proprio ristorante, con annessa cucina ben attrezzata e bancone da bar

I finanzieri del comando provinciale della guardia di finanza di Catania hanno intensificato i controlli nei confronti dei soggetti irregolari che pur dichiarandosi, ai fini della normativa fiscale vigente, privi di scopo di lucro in realtà svolgono a tutti gli effetti un’attività commerciale in evasione di imposta. In tale ambito, le Fiamme Gialle di Acireale hanno sottoposto a controllo un’associazione culturale di Aci Bonaccorsi, formalmente dedita alla recitazione dilettantistica.

I finanzieri hanno scoperto che la compagnia di attori, lontani dal mettere in scena spettacoli teatrali per gli astanti, aveva allestito la sala come un vero e proprio ristorante, con annessa cucina ben attrezzata e bancone da bar. Il ristorante, ampiamente pubblicizzato online sui principali siti di prenotazione, era sprovvisto di qualsivoglia autorizzazione ed accoglieva numerosi avventori, ignari della reale natura giuridica del gestore.

Dai successivi accertamenti è emerso che l’associazione non solo svolgeva un’attività squisitamente commerciale, ma aveva omesso di dichiarare al fisco e di inserire nella contabilità i ricavi conseguiti in due annualità, complessivamente pari a circa 60 mila euro. Il servizio ai tavoli, peraltro, era svolto da 4 dipendenti, tutti assunti “in nero”. Al termine del controllo, il titolare dell’azienda è stato segnalato all’Agenzia delle Entrate per il recupero delle imposte evase (circa 10 mila euro, all’Ispettorato del lavoro per l’irrogazione delle sanzioni relative all’assunzione in nero dei 4 dipendenti (da 10.500 a 63.000 euro) e al comune di Aci Bonaccorsi per la chiusura dell’esercizio abusivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento