Istituto Bellini, la vertenza dei 18 lavoratori licenziati discussa dalla commissione lavoro

L'Ugl Catania ha incontrato i componenti della commissione consiliare chiedendo al Comune di Catania di trovare una soluzione per i dipendenti che hanno perso il lavoro

“Chiediamo all’amministrazione comunale, per il tramite dei consiglieri presenti, di trovare una soluzione per i 18 ex addetti ai servizi di pulizia e vigilanza dell’Istituto Bellini di Catania e, se necessario interessare nuovamente la Prefettura, perché venga sanata quest’ennesima ferita. E’ bene ricordare, infatti, che questi lavoratori si trovano oggi a casa per colpe non loro, ma di una gestione dell’Istituto negli anni poco chiara, come ci hanno raccontato le cronache di questi giorni.” E’ quanto hanno detto i rappresentanti della Ugl etnea, Salvo Strano e Giorgio Pizzati, davanti ai componenti della Commissione consiliare permanente con delega al lavoro, che ha convocato una riunione sulla vertenza. “Ci dispiace che il sindaco non sia potuto intervenire per altri impegni improvvisi, ma non abbiamo compreso l’assenza sia di qualcuno in rappresentanza della Città metropolitana, che dei vertici del Bellini, che del Commissario di Pubbliservizi".

"Ad ogni modo – aggiungono i sindacalisti – abbiamo avuto modo di apprezzare la volontà, da parte della presidenza della Commissione e dei componenti che ringraziamo, di convocare ancora gli enti in causa per poter giungere ad una conclusione e collocare le unità lavorative, utilizzando la clausola dell’articolo 4 del contratto collettivo nazionale 'Multiservizi e servizi integrati' o, in alternativa, far transitare le stesse all’interno di un bacino prefettizio, così come è accaduto nel recente passato con altri lavoratori. Confidiamo in un lieto fine della vicenda – concludono – e, per questo motivo, continueremo a sostenere in ogni sede possibile il diritto di queste famiglie di ritornare ad avere la dignità occupazionale che meritano”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento