"Le voci di Librino" al via il progetto radiofonico per i ragazzi del quartiere

Laboratori radiofonici nelle scuole, tirocini per minori a rischio, attività sportive, attivazione di idee imprenditoriali dal basso

La radio per dare voce a un quartiere intero, una città nella città e ai suoi circa 70 mila abitanti, primi fra tutti i giovani dai 14 ai 35 anni: un insieme di azioni di partecipazione pensato attorno alla radio, che può diventare luogo di incontro, di scambio di idee e opinioni, di cittadinanza attiva e di promozione della legalità. E' quanto si propone il progetto "Le voci di Librino", che ha preso il via in questi giorni a Catania, con l'avvio dei primi laboratori radiofonici con gli studenti in due (Musco e Pestalozzi) delle cinque Scuole coinvolte nel progetto: Istituto Angelo Musco, Istituto Dusmet, Istituto Comprensivo Campanella Sturzo, Istituto Brancati e Istituto Omnicomprensivo Pestalozzi.

Le attività previste

 Il progetto "Le Voci di Librino" durerà due anni e prevede un'insieme di attività, finalizzate a creare nuove “comunità di interesse” tra i potenziali ascoltatori su temi della legalità, della partecipazione, della cooperazione, anche partendo dallo sport e dalla musica: laboratori nelle scuole per produrre il programma radio settimanale "Radio Lib", tirocini rivolti a giovani a rischio, percorsi di promozione e sostengo di idee e attività imprenditoriali, corsi e tornei sportivi, presentazione di progetti scolastici. Una serie di attività che nasceranno e saranno "raccontate" in questo progetto di radio di comunità dagli stessi protagonisti, studenti e operatori impegnati sul campo. Nei primi due anni i ragazzi sono accompagnati da esperti, che gradualmente "passeranno loro la palla". La radio darà loro voce e spazio, per diventare una nuova e bellissima piazza non solo del quartiere, ma di Catania. Pronta a confrontarsi con altre realtà della Sicilia e d'Italia.

Il programma "Radio Lib" prodotto dai ragazzi delle scuole

Il progetto prevede l'attivazione di laboratori radiofonici settimanali di tre ore in ognuna nelle cinque scuole coinvolte, rivolti a studenti dai 14 ai 16 anni (circa 200 in totale) per dare spazio al racconto del quartiere, a tematiche inerenti la cittadinanza attiva, la legalità, l'impegno sociale, lo sport, la musica. Sarà il modo per stimolare la crescita di una cittadinanza proattiva, per "dare voce" a un territorio vasto, popolatissimo e pieno di contraddizioni. L'obiettivo pratico dei laboratori, che prenderanno il via la settimana successiva alla presentazione del progetto e saranno curati da Radio Lab, è produrre ciascuno una parte di una trasmissione radiofonica settimanale, "Radio Lib", che verrà trasmessa - via etere (101,00 FM) e in streaming on line - da Radio Lab (www.radiolab.it). -

Tirocini in radio per i minori a rischio

Il progetto prevede anche di un percorso di formazione della durata di 3 mesi destinato a 10 giovani under 35 segnalati dall'Ufficio Servizio Sociale Minorenni di Catania, individuati nell’ambito di percorsi di reinserimento sociale (50% donne) che verranno formati alle figure professionali tecniche del settore radiofonico. I tirocini saranno curati da Radio Lab ed Elios.

Personal Ways, percorsi di promozione delle idee d'impresa 

Curate da The Hub, sono previste le seguenti attività: un laboratorio di co-progettazione rivolto ad alunni e professori della durata di 18 mesi; una "business clinic" rivolta ai giovani del quartiere dai 15 ai 35 anni finalizzata a far emergere 10 idee imprenditoriali; un'attività di co-working rivolta a 10 tirocinanti segnalati dall'Ufficio Servizio Sociale Minorenni di Catania, finalizzata a produrre almeno 2 idee d'impresa.

Lo sport per la Legalità

 Curate da Talità Kum, nell'ambito di "Le Voci di LIbrino" saranno realizzati 2 tornei di calcetto destinati ai giovani del quartiere, un corso di fitbox e uno di calcio per tutto l'anno con due appuntamenti settimanali, anch'essi rivolti ai ragazzi del quartiere. Obiettivo è l'inclusione sociale. Anche queste attività saranno poi raccontate via radio dagli studenti delle scuole con il coinvolgimento dei protagonisti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Promotori e Partners

Il progetto è promosso dall'associazione Catania Lab, editrice di Radio Lab e gestore di Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, in collaborazione con Elios, Talita Kum, The Hub. Partner esterni del progetto sono i cinque istituti scolastici coinvolti ((Istituto Angelo Musco, Istituto Dusmet, Istituto Campanella Sturzo, Istituto Brancati e Istituto Pestalozzi), l'Ufficio Servizio Sociale per i Minorenni di Catania, il Comune di Catania, la Fondazione Cirino La Rosa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento