Violenta mareggiata a Riposto, chiuso un tratto del lungomare

La strada è stata invasa da pietre di grosse dimensioni, alcuni pontili sono stati danneggiati. Il sindaco Caragliano ha effettuato un sopralluogo: "Le squadre hanno subito iniziato a pulire la carreggiata per ripristinare le condizioni di sicurezza"

Una violenta mareggiata nella notte tra sabato e domenica ha colpito il comune di Riposto (GUARDA IL VIDEO). Il pericolo di abbondanti piogge e forti raffiche di vento era stato lanciato dalla Protezione civile regionale che aveva messo in allarme tutti i comuni etnei della fascia ionica. Chiuso un tratto del lungomare Pantano, danneggiati alcuni pontili. A fare la conta dei danni è stato lo stesso sindaco Enzo Caragliano, al termine di una serie di sopralluoghi.

“Si rende necessario, in primis – afferma il primo cittadino in una nota - ripristinare le condizioni di sicurezza in un tratto del lungomare ripostese nei pressi del porto commerciale, a causa del parziale crollo dei muretti di contenimento che sono stati abbattuti dalla straordinaria forza del mare”. Il Comune con l’ufficio tecnico nella mattinata di oggi si è già attivato allertando le squadre reperibili che hanno effettuato appositi sopralluoghi e pulito la sede stradale invasa da pietre di grosse dimensioni che hanno reso intransitabile un tratto del lungomare

IL BACINO DEL PORTO - “Riguardo il primo bacino del porto, che sulla carta sarebbe pronto per la consegna, ancora una volta – rimarca il sindaco Caragliano - il 'collaudo della natura' ha evidenziato le gravi criticità strutturali dei pontili e dell’intera struttura che il progettista e direttore dei lavori dovranno verificare per renderlo usufruibile nel pieno rispetto dei canoni della sicurezza e della agibilità. L’opera pubblica, una volta consegnata alla collettività, rappresenterà il vanto della marineria diportistica, tra cui i nostri concittadini che da lungo tempo aspirano al pieno utilizzo della struttura. Un bacino, per il quale, lo stesso Ente comunale, ha riversato tutte le aspettative per il  rilancio della città e per rivitalizzare il tessuto economico”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento