Metro, la nuova tratta fa rivivere ristoranti e attività commerciali

La nuova tratta Galatea-Stesicoro permette a ristoranti, locali e negozi di essere più raggiungibili

A un mese dall’apertura della nuova tratta della linea metropolitana “Galatea-Stesicoro”, inaugurata il 20 dicembre, le attività commerciali del centro storico vivono una sorta rinascita che coinvolge in primo luogo i cittadini catanesi. L’area commerciale e gastronomica, fino a poco tempo fa frequentata in maggioranza da turisti e schiacciata dal continuo proliferare in periferia di centri commerciali, dotati di ampi parcheggi, oggi trova nuova spinta alla ripresa economica grazie alla fermata “Stesicoro”. Una tratta strategica che collega la zona nord della città con il cuore cittadino, tramite le fermate Borgo, Giuffrida, Corso Italia e Galatea e che coinvolgerà entro l’anno anche le zone di Milo, Cibali e Nesima. In centro, quindi, anche i residenti delle zone periferiche e i professionisti potranno spostarsi per lo shopping, per una passeggiata lungo la via Etnea e perché no anche per la pausa pranzo in uno dei suoi rinomati ristoranti di alta cucina. Il tutto percorrendo tre o quattro fermate della metropolitana.

Il caso che abbiamo analizzato è quello del ristorante pizzeria Be Quiet, situato a pochi passi dalla piazza Stesicoro, in via Monte Sant’Agata, che ha sin da subito colto l’opportunità offerta della nuova stazione metropolitana per rilanciare la propria attività. Frequentato principalmente da turisti in alta stagione, oggi mira a diventare anche punto di riferimento per i professionisti e gli imprenditori catanesi, grazie a proposte culinarie di alta qualità, adatte alla pausa pranzo e a meeting aziendali. Piatti light, come ricche insalate, ma anche elaborate pietanze a base di pesce o carne “disponibili anche a pranzo e preparate in anticipo su prenotazione”, spiegano i proprietari Michele Rubulotta e Alessandro Musumeci, i quali hanno sin da subito intravisto i segnali di una svolta: “Vogliamo proporci in maniera diversa sul mercato della ristorazione sfruttando i vantaggi della metro che per noi rappresenta un cambiamento molto importante, in quanto ci permette di superare i limiti della posizione geografica del nostro locale situato in pieno centro storico dove è molto complicato parcheggiare. Ciò ci consente di rivolgerci ad una fetta di mercato prima esclusa, tra cui imprenditori, professionisti e residenti e di rimanere aperti anche a pranzo.”

L’ iniziativa consente di affermare che i ristoratori e i commercianti del centro storico usciranno avvantaggiati dal miglioramento della mobilità catanese, poiché anche i professionisti e i residenti delle zone periferiche potranno comodamente recarsi in una delle vie più belle di Catania e fermasi anche a pranzo per gustare la “cucina tipica”, proprio nei vicoli caratteristici della via Etnea.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento