rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
Cronaca

Micron, niente esuberi a Catania: trovato nuovo accordo

Un incontro con i sindacati si è tenuto al Ministero dello Sviluppo economico, a Roma. Il Governo è intervenuto cancellando così la pesante eredità che pendeva sul sito catanese. Bianco soddisfatto: "Gran lavoro di squadra con azienda e sindacati. Grazie Renzi"

Non ci sarà neanche un esubero tra i lavoratori della Micron. Erano stati 127 i lavoratori che, poco più di un anno addietro, erano stati inseriti nella procedura di mobilità. Un accordo è stato trovato nel corso di un incontro tenutosi al Ministero dello Sviluppo economico, a Roma. Il Governo è infatti intervenuto cancellando così la pesante eredità che pendeva sul sito catanese.

All'incontro hanno partecipato le segreterie nazionali di Fim, Fiom e Uilm e provinciali di Fiom e Uilm di Catania. "E' stato trovato un accordo che, nelle sue linee essenziali, prevede un prolungamento della cassa integrazione e proposte di lavoro a tutti i lavoratori ancora non ricollocati sulla base dell'accordo firmato il 9 aprile 2014. - si legge nella nota ufficiale del Ministero -. Su istanza del Governo, i vertici di Micron Semiconductor Italia srl si sono incontrati nella sede del Ministero dello Sviluppo Economico con il vice ministro Claudio De Vincenti per un esame della situazione occupazionale e la ricerca di soluzioni per i casi ancora non risolti. Il Governo, nel valutare positivamente il lavoro svolto fino ad oggi - che ha permesso alla Società di ridurre il numero delle eccedenze da 419 agli attuali 28 - ha chiesto ulteriori sforzi per portare a conclusione positiva la fase di ristrutturazione. In particolare, il Vice Ministro ha chiesto a Micron di non procedere nell'immediato all'apertura unilaterale della procedura di mobilità e ha anche invitato Micron a continuare la ricerca di opportunità di lavoro per i dipendenti rimasti; ugualmente ha chiesto a ST Microelectronics (presente all'incontro) un analogo sforzo per individuare possibili posizioni lavorative".

Soddisfatti i rappresentanti sindacali catanesi di Cgil e Fiom: "Questi duri e complessi mesi di lotta ci hanno finalmente ripagato", sottolineano il segretario generale della camera del lavoro, Giacomo Rota e il segretario generale di Fiom Catania, Stefano Materia. Commento positivo anche quello del sindaco Enzo Bianco:

"Voglio ringraziare - ha detto Bianco - prima di tutti il presidente del Consiglio Matteo Renzi, che durante la sua visita a Catania alla 3Sun aveva incontrato con me i lavoratori della Micron rassicurandoli e promettendo il proprio impegno per una positiva soluzione della vicenda. Ricordo che anche il presidente della Repubblica Napolitano aveva incontrato i lavoratori durante la sua visita a Catania e della questione ho interessato fin dall'inizio Carlo Bozotti, presidente e ceo di StMicroelectronics, e Carmelo Papa, vice presidente esecutivo dell'azienda". "Nella prossima settimana - ha aggiunto il sindaco - incontreremo i lavoratori e i sindacati per fare il punto della situazione e sarà l'occasione per ribadire come questo patrimonio umano di altissima professionalità rappresenti una grande ricchezza per la nostra città, per la Sicilia e per l'intero Paese".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Micron, niente esuberi a Catania: trovato nuovo accordo

CataniaToday è in caricamento