Migranti, oggi e domani a Catania incontri internazionali sul tema dell'accoglienza

Una due giorni di dibattiti patrocinati dal Comune e organizzati dall'International Fellowship of Reconciliation, la più antica organizzazione di pace a base spirituale del mondo, con oltre 40 paesi

“Anche a nome del sindaco Salvo Pogliese, vogliamo dare il benvenuto a un evento di rilevanza internazionale dedicato al tema della pace e dei migranti”. Così gli assessori alla Cultura, Barbara Mirabella, e ai Servizi sociali, Giuseppe Lombardo, presentando i due giorni di incontri,a latere della conferenza internazionale sulla migrazione “On the move”, che si svolgeranno oggi e domani, 2 e il 3 novembre a Palazzo della Cultura di Catania, patrocinati dal Comune e organizzati dall'International Fellowship of Reconciliation (IFOR), la più antica organizzazione di pace a base spirituale del mondo.

Con gli assessori Mirabella e Lombardo sono intervenuti alla presentazione dell'evento, anche questo ospitato nel Palazzo della Cultura, Zaira Zafarana, rappresentante Ifor alle Nazioni Unite di Ginevra, Lucas Johnson, coordinatore Ifor & Civil Conversations Project, e Abdelfetah Mohammed, mediatore culturale eritreo e rappresentante dell'associazione “Africa unita”. “Non poteva esserci luogo più idoneo del Palazzo della Cultura – ha detto Barbara Mirabella - per ospitare gli incontri che hanno come obiettivo il dialogo tra culture diverse, per stimolare un confronto dialettico e proficue relazioni tra i popoli”.

“Pur in un contesto sociale ed economico difficile – ha sottolineato l'assessore Lombardo – non vogliamo far mancare la nostra collaborazione e il nostro sostegno ad organizzazioni che, come Ifor, svolgono un'importantissima attività di sensibilizzazione nei confronti delle istituzioni nazionali e internazionali sui diritti umani”. Sono quaranta i paesi del mondo dai quali giungeranno in Sicilia, a Catania per la due giorni e a Zafferana Etnea per la conferenza internazionale, gli attivisti per i diritti umani invitati dall'Irfor a un confronto sulla migrazione, sulle sfide che pone e i modi innovativi per affrontarle. “On the move – ha messo in evidenza Zaira Zafarana – intende trasmettere già dal titolo l'idea di gente in movimento, per una conoscenza quanto più possibile 'aperta' sulle cause della migrazione, l’esperienza del viaggio e i progetti di accoglienza e integrazione. Si propone inoltre di avvicinare la nostra esperienza al vissuto di persone che, per fuggire da guerre, violenze e miseria, sono costrette a mettere da parte un bagaglio carico di cultura e culture, di tradizioni e , spesso anche, di competenze professionali importanti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lucas Johnson ha incentrato il suo intervento sull'importanza dei concetti di umanità e spiritualità nell'approcciare queste tematiche. Abdelfetah Mohammed ha rilevato come spesso, in maniera errata, si parli di migranti senza ascoltare la loro voce e i loro punti di vista, fondamentali per la comprensione reciproca. Sui siti web www.ifor.org e www.miritalia.org è disponibile il programma della due giorni catanese che vedrà la partecipazione, fra gli altri, anche di Junior Nzita Nsuami, ex bambino soldato della Repubblica Democratica del Congo e Ambasciatore delle Nazioni Unite per la campagna ONU #EnfantPasSoldat; Mohamed Ba, artista e attivista senegalese; Ismaeel Dawood, Civil Society Desk Officer presso Un Ponte Per; Roberta Ferruti referente della Rete Re.Co.Sol.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Covid-19: la differenza tra test sierologico, tampone rapido e tampone molecolare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento